Come Aristotele designò il suo successore

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Come Aristotele designò il suo successore

 Aristoteles philosophus annos iam fere natus duo et sexaginta, corpore aegro adfectoque, capitis periculo fuit. Tunc omnes eius sectatores ad eum accesserunt orantes obsecrantesque, ut ipse sui magisterii successorem deligeret. Erant tunc in eius ludo boni multi, sed praecipui duo, Theophrastus et Menedemus, alter ex insula Lesbo, Menedemus autem Rhodo. Aristoteles respondit se tempestive facturum esse. Postea brevi tempore cum illi, qui de magistro destinando petierant, praesentes essent, vinum et Rhodium et Lesbium ad bibendum poposcit. Eunt, quaerunt, inveniunt, tradunt. Tum Aristoteles vinum Rhodium petit, degustat. Petit mox Lesbium. Quo item degustato: «Utrumque - inquit - bonum, sed Lesbium melius est». Id ubi dixit, omnes intellexerunt eum lepide et verecunde illa voce sibi successorem, non vinum delegisse.
da Gellio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/43036

[degiovfe] - [2017-01-14 10:52:09]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile