La storia di Minosse e di Scilla, figlia di Niso


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
La storia di Minosse e di Scilla, figlia di Niso

 Nisus, Martis filius, vel, ut alii tradunt, Deionis filius, rex Megarensium, in capite purpureum crinem habebat. Cui ab Apolline responsum est diutissime eum regnaturum illum crinem custodiendo. Quem Minos, Iovis filius, oppugnatum cum venisset, a Scylla, Nisi filia, Veneris hortatu amatus est; quem ut victorem redderet, patri dormienti fatalem crinem Scylla praecidit. Igitur Nisus a Minoe (abl.) victus est. Cum autem Minos Cretam reverteret, Scylla venit rogatum auxilium: nam ab eo petivit ut, ex fide data, secum duceret. Qui negavit Cretam sanctissimam id scelus recepturam esse. Quae se in mare praecipitavit. Nisus autem, dum filiam sectat, in aquilam maritimam conversus est, Scylla in piscem quem cirim ("airone") vocant. Ea avis, cum piscem natantem conspicit, unguibus eum raptum dilaniat.
da Igino


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/42445

[darkshines] - [2016-12-13 15:15:57]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile