In Senato viene letta una missiva di Aderbale

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
In Senato viene letta una missiva di Aderbale

 «Itaque quintum iam mensem socius et amicus populi Romani armis obsessus teneor, neque beneficia Micipsae patris mei neque vestra decreta mihi auxiliantur. Fortuna mea me dehortatur plura de Iugurtha scribere; et iam antea expertus sum parum fidei miseris esse. Nam initio (Iugurtha) occidit Hiempsalem fratrem meum, deinde patrio regno me expulit. Nunc vestrum regnum armis tenet; me, socium vestrum, clausum obsidet; quanti fecerit legatorum verba, pericula mea declarant. Quid restat, nisi vis vestra, quo moveri possit? Nam ego quidem vellem (= vorrei) mea verba vana essent; sed quoniam natus sum ut Iugurthae scelerum ostentui essem, non iam mortem neque aerumnas, tantummodo inimici imperium et cruciatus corporis deprecor. Regno Numidiae, quod vestrum est, consulite; me manibus impiis eripite». His litteris recitatis, fuerunt qui exercitum in Africam mittendum esse censerent; sollicitaverunt etiam ut de Iugurtha interim consuleretur, quoniam legatis non paruisset.
da Sallustio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/42217

[darkshines] - [2018-03-21 19:48:30]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile