Avidità di denaro dell'imperatore Vespasiano


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Avidità di denaro dell'imperatore Vespasiano

 Vespasianus imperator fuit vir summae prudentiae, in re militari peritissimus, sed pecuniae nimis avidus. Cum nonnullae Asiae civitates magnam pecuniam colligerent, quia statuam imperatori aedificare cupiebant, ille principes Asiae arcessivit et quaesivit num basim statuae exstructuri essent pecuniã quam collegissent. Postea, avide manum tendens: «Basim exstruere res parva est, nec vestrum est. Potius pecuniam mihi date: nam pecunia basis omnium rerum solidissima est». Alias Vespasianum frater Titus vituperabat, quod latrinas publicas pro pretio instituerat, dicens: «Non honesti imperatoris est ex latrinis pecuniam trahere». Tunc ille nummum levis ponderis accepit et naribus fratris supposuit dicens: «Odorare, mi frater: minime foetet. Attamen ex latrinarum pretiis devenit».
da Svetonio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/42202

[silvana] - [2018-01-05 11:47:17]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile