Imperturbabilità di Socrate


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Imperturbabilità di Socrate
Pagina 228 Numero 9

 Socrates, cum omnium sapientissimus esset santissime vixisset, ita in iudicio capitis pro se ipse dixit, ut non supplex aut reus, sed magister aut iudicum dominus esse videretur. Quin etiam (= Che anzi), cum ei scriptam orationem disertissimus orator Lysias attulisset ut ea pro se in iudicio uteretur, Socrates «Mihi videris – inquit – Lysias, orationem scripsisse disertam et oratoriam, non fortem et virilem». Tunc Athenis sententia cum ab iudicibus daretur, interrogabatur reus quam poenam commeruisse se maxime confiteretur. Cum interrogatus esset, Socrates respondit se meruisse ut amplissimis honoribus et praemiis decoraretur et ei victus cotidianus in Prytaneo daretur. Cum igitur eius verba superba et imprudentia aestimata essent, iudices innocentissimum virum capitis damnaverunt (= condannarono a morte).
da Cicerone


Oggi hai visualizzato 7 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 8 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/42176

[darkshines] - [2017-11-28 17:31:24]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile