De Alexandri humanitate

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
De Alexandri humanitate

 In Alexandri castra Macĕdo gregarius miles pervenerat, aeger ob frigus se et arma sustenstans. Quo viso rex, qui acceso igne refovebat artus, ex sella sua exsiluit torpentemque militem et vix compotem mentis, demptis armis, in sua sede iussit considere. Ille diu nec ubi requiesceret nec a quo esset exceptus cognovit. Tandem, recepto calore vitali, ut regiam sedem regemque vidit, territus surgit. Quem intuens Alexander: «Ecquid intellegis, miles», inquit, «quanto meliore sorte quam Persae sub rege vivatis? Illis enim in sella regis consedisse capital esset, (sarebbe un buon motivo di condanna) tibi saluti fuit».
da Curzio Rufo


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/41002

[emi53rm] - [2020-04-26 07:00:48]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile