Pompeius et philosophus Posidonius


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Pompeius et philosophus Posidonius

 Viris doctis Pompeius semper magnum tribuit honorem. Ex Syria decedens, post bellum Mithridaticum, cum Rhodum venisset, nobilissimum philosophum Posidonium cupiit audire. Vero is graviter aegrotaverat, at Pompeius videre voluit. Mos erat ut, consule aedes aliquas ingressuro (quando il console stava per entrare), lictor fores percuteret virgā, admonens consulem adesse; sed Pompeius fores Posidonii vetuit percuti, honoris causa. Quem ut vidit et salutavit, moleste se ferre (sopportava) dixit, quod (che) eum audire non posset. At ille: «Tu vero», inquit, «potes; neque permittam ut frustra tantus vir ad me venerit». Itaque cubans graviter copioseque de hoc ipso disseruit et dixit: «Nihil est bonum, nisi quod honestum est; nihil autem malum est, quod turpe non est». Cum vero dolor interdum eum acriter pungeret «Nihil agis, dolor», inquit; «quamvis sis molestus, numquam enim te esse malum confiteor (riconosco)».
da Valerio Massimo


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/40927

[mastra] - [2016-06-03 21:15:10]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile