Cicerone all'amico Lucceio


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone all'amico Lucceio

 M. Cicero Lucceio s.d.
In iis litteris, quas proxime a te accepi, se ostendit ex omnibus partibus omnis tuus amor, ille quidem non mihi ignotus, sed tamen gratus et optatus. Possem equidem tecum vivere et maxime vellem; venustas, amor, consuetudo, paria studia; quod vinculum, quaeso, deest nostrae coniunctioni? Nonne igitur possumus esse una? Quid impedit? Nostra aetas incidit in tempora difficilia. Quod perfugium potest esse mihi spoliato et solatiis domesticis atque ornamentis forensibus? Litterae, credo, in quibus omne tempus consumo, non ut petam ab iis perpetuam medicinam, sed ut exiguam oblivionem doloris.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato 3 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 12 brani.

Siamo spiacenti, ancora non è presente una traduzione di questo brano!
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile