Il topo di città e il topo di campagna


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Il topo di città e il topo di campagna

 Hospitio quondam mus urbanus exceptus est a rustico mure et humili glande cenavit. Deinde multis precibus in urbem rusticum perduxit cellamque intraverunt plurimo cibo referta. In quam, dum variis dapibus perfruuntur, ostiis repulsis, cellararius iniit. Urbanus facile in nota caverna se abdidit, at miser rusticus trepidat ignota domo mortemque metuens circa parietes cursitat. Cellararius quae voluit sustulit, exiit clausitque limen. Iterum urbanus rusticum ad escam hortatur. Sed ille, valde perterritus: «Vix possum» inquit «putasne illum rursus venturum?». Respondit alter: «Fieri potest, sed mane: nam ubi poteris has delicias invenire?». Tum rusticus: «Nonne melius est in paupertate securum vivere, quam cum sollicitudine divitiis frui? Vale, amice».
da Romulus


Oggi hai visualizzato 10 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani.

Siamo spiacenti, ancora non è presente una traduzione di questo brano!
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile