Il mito di Protesilao e Laodamia

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Il mito di Protesilao e Laodamia

 Cum Achivi classem ad Troiae litora appulissent et ceteri pedem proferre non auderent, ferunt Protesilaum primum e navi prosiluisse, sed ab Hectore confestim interfectum esse. Qui nuntius cum Laodamiae, Acasti filiae, relatus esset, (ea) petivit a deis ut sibi cum eo per tres horas colloqui liceret. Cum id impetravisset, Mercurius ad eam defunctum maritum ab Inferis rettulit cum quo illa collocuta est; sed, cum iterum ad Inferos Protesilaus delatus esset, dolorem eius mortis ferre non potuit. Itaque cum fecisset sibi simulacrum aeneum, simile Protesilao, et in thalamum contulisset, id, quasi numen, colere coepit («cominciò»). Cum famulus matutino tempore poma ei afferret, per rimam aspexit viditque eam Protesilai simulacrum tenentem atque osculantem. Cum eam adulterum habere arbitratus esset, rem patri rettulit. Hic, cum venisset et in thalamum irrupisset, vidit effigiem Protesilai et, ne diutius mulier dolore torqueretur, iussit simulacrum in pyram deferri et comburi; sed Laodamia, cum dolorem ferre non posset, statim se in ignem intulit atque flammis consumpta est.
da Igino


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/40555

[degiovfe] - [2017-04-28 13:40:21]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile