Alcibiade (II) La fuga da Atene, l'alleanza breve ma di successo con Sparta, il rifugio in Asia


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Alcibiade (II) La fuga da Atene, l'alleanza breve ma di successo con Sparta, il rifugio in Asia
Pagina 338 Numero T2

 Aspergebatur enim etiam infamia, quod in domo sua fecit mysteria; hoc nefas erat more Atheniensium. Itaque postquam in Siciliam pervenerat, eius inimici Alcibiadem reum fecerunt, eum capitis damnaverunt et eius bona publicata sunt. Cum Alcibiades haec audivit, se ab custodibus subduxit et inde primum Elidem, dein Thebas venit, postremo Lacedaemonem demigravit. Huius consilio Lacedaemonii cum Perse rege amicitiam fecerunt, dein Deceleam in Attica munierunt et in obsidione Athenas tenuerunt; Alcibiadis opera Ioniam a societate averterunt Atheniensium. Sed Alcibiadis amicitia cum Lacedaemoniis diuturna non fuit. Penitus in Thraeciam se supra Propontidem abdidit, sed non diu: nam Thraeces, postquam Alcibiades cum magna pecunia pervenit, ei insidias fecerunt. Quia nullum locum sibi tutum in Graecia erat, ad Pharnabazum in Asiam transiit. Hic rex Alcibiadem cepit magna humanitate et ei Grynium dedit, in Phrygia castrum bene munitum.
da Cornelio Nepote


Oggi hai visualizzato 3 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 12 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/40055

[darkshines] - [2016-01-04 11:10:26]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile