La spada di Dàmocle


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
La spada di Dàmocle
Pagina 145 Numero 8

 Dionysius, Syracusanorum tyrannus, omnibus suis civibus beatus esse videbatur, sed ipse iudicare potuit quanta esset fortuna sua. Cum enim quidam ex eius adsentatoribus, Damocles, commemoraret in sermone opes eius negaretque umquam beatiorem quemquam fuisse: «Visne igitur - inquit - Damocle, quoniam te haec vita delectat, ipse eam degustare et fortunam experiri meam?». Cum se ille cupere dixisset, collocari iussit hominem in aureo lecto, strato pulcherrimo textili stragulo. Tum ad mensam pueros delectos iussit consistere eosque, nutum illius intuentes, diligenter ministrare. Aderant unguenta et coronae, incendebantur odores: fortunatus sibi Damocles videbatur. In hoc medio apparatu fulgentem gladium e lacunari saeta equina aptum demitti iussit ut impenderet illius beati cervicibus. Itaque Damocles nec pulchros illos ministratores aspiciebat, nec manum porrigebat in mensam. Denique exoravit tyrannum ut abire liceret, quod iam beatus nollet esse.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato 6 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 9 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/39577

[darkshines] - [2016-11-08 16:19:00]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile