La paura dell'eclissi


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
La paura dell'eclissi
Pagina 79 Numero 48

 Memini, me admodum adulescentulo, cum pater in Macedonia consul esset et essemus in castris, perturbari exercitum nostrum religione et metu, quod serena nocte subito candens et plena luna defecisset. Tum ille postridie palam in castris docuit nullum esse prodigium, idemque ("lo stesso fenomeno") et tum factum esse et certis temporibus esse semper futurum, cum sol ita locatus fuisset, ut lunam suo lumine non posset attingere. Rem enim magnam adsecutus est, quod hominibus perturbatis inanem religionem timoremque deiecerat. Bello quoque illo maximo, quod Athenienses et Lacedaemoni summa inter se contentione gesserunt, Pericles ille, et auctoritate et eloquentia et consilio princeps civitatis suae, cum, obscurato sole, tenebrae factae essent repente Atheniensiumque animos summus timor occupavisset, declaravit civibus suis id quod ipse ab Anaxagora, cuius auditor fuerat, acceperat: illud certo tempore fiebat et necessario, cum tota se luna sub orbem solis subiecisset. Quod cum argumentis rationibusque docuisset, populum liberavit metu.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato 5 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 10 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/39501

[silvana] - [2016-07-02 13:24:41]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile