Catone: il consolato e la censura


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Catone: il consolato e la censura
Pagina 67 Numero 2

Consulatum gessit cum L. Vario Flacco, sorte provinciam nactus Hispaniam citeriorem, exque ea triumphum deporavit. Ibi quia diutius morabatur, P. Scipio Africanus consul iterum, cuius in priore consulatu quaestor fuerat, voluit Catonem de provincia depellere, neque suum consilium per senatum efficere potuit, quamquam quidem Scipio principatum in civitate obtinebat, quod tum non potentia sed iure res publica administrabatur. Qua ex re Cato, iratus senatui, postquam consulatus peractus erat, privatus in urbe mansit. At Cato, censor cum eodem Flacco factus, severe praefuit potestati. Nam et in complures nobiles animadvertit et multas res novas in edictum addidit: quare luxuria reprimebatur, quae iam tum pullulare incipiebat. Circiter annos octoginta, usque ad extremam aetatem ab adulescentia, rei publicae causa suscipere inimicitias non destitit. A multis tentatus non solum nullum detrimentum existimationis fecit, sed quoad vixit, virtutum laude crevit.
da Cornelio Nepote


Oggi hai visualizzato 8 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 7 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/39248

[silvana] - [2015-12-20 16:54:59]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile