Un colloquio tra Scipione l'Africano e Annibale


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Un colloquio tra Scipione l'Africano e Annibale

Cum Hannibal, quem Scipio apud Zamam profligaverat, ad Antiochum, Syriae regem, confugisset, senatus ad Antiochum legatos misit, inter quos etiam Scipio Africanus erat, qui, cum in colloquium venisset cum Hannibale, ab eo quaesivit quem putaret maximum omnium temporum imperatorem esse. "Alexandrum - inquit ille - quia tanta virtute peritiaque pugnavit, ut parva militum manu innumerabiles exercitus vicerit et quia ultimas oras terrae visit, ultra quas nemo umquam fuit". Cum ex eo quaesivisset deinde Scipio quem secundum poneret, "Pyrrhum - inquit - Hannibal - quod summa peritia castra locavit". Quaesivit demum Scipio quem tertium putaret, dixitque Hannibal se ipsum. Quo responso audito, Scipio risit et dixit: "Quid igitur tu diceres, si me apud Zamam vicisses?" Et Hannibal: "Me vero et ante Alexandrum et ante Pyrrhum posuissem".
da Livio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/37149

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile