Clemenza dell'imperatore Marco Aurelio


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Clemenza dell'imperatore Marco Aurelio
Pagina 334 Numero 210

«Quod ad Avidii Cassii defectionem pertinet, velim, patres conscripti, severitate vestra deposita, clementiam meam servetis. Nemo senatorum puniatur, nullius viri nobilis sanguis fundatur, exules domum redeant et bona sua recipiant. Utinam possem multos etiam ab Inferis excitare, non enim umquam placet in imperatore vindicta, quae etiam si iusta est, tamen acris crudelisque videtur. Quare et filiis Avidii Cassii et genero et uxori veniam dabitis. Quid dico "veniam"? Cum illi nihil mali fecerint, vivant igitur securi, rem familiarem suam habeant, argento et auro et vestibus fruantur; sint divites, sint liberi et, quocumque adeunt, per omnes gentes et meae et vestrae misericordiae exemplum circumferan. Tempore nostra pace concordiaque digna sunt: utinam di a caedibus, timore, infamia, invidia, omni denique iniuria patriam nostram liberent!». Tum omnes senatores, magnitudini animi imperatoris plaudentes, magna voce exclamaverunt: «Marce Antonine, di te servent!».
da Historia Augusta


Oggi hai visualizzato 2 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 13 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/36281

[silvana] - [2015-09-10 16:53:11]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile