La metamorfosi di Dafne


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
La metamorfosi di Dafne

Daphne dulcis venustaque nympha erat, Penei fluminis filia. In amorem eius incidit deus Apollo; illa autem eum spernebat celerique pede per silvas et opaca nemora omnibus suis viribus fugiebat. Apollo, cupiditate flagrans, sic dulcibus verbis ad eam se applicabat: "Mane, pulchra nympha! Fugam inhibe! Non incola montis sum, non humilis pastor: mihi Iuppiter est pater, et te unice diligo". Sed Daphne eum effugiebat nec illius blanditiis aures praebebat; immo vero patrem suum Peneum sic inter lacrimas exorabat: "Pater, obsecro, auxilio mihi veni! Si vobis fluminibus numen est, muta me et perde istam figuram qua («a causa della quale», abl. f. sing.) nimium placui". Statim gravis torpor membra eius occupat, molle pectus cingitur tenui libro, crines in frondem crescunt et in ramos brachia. Pes, modo tam velox, pigris radicibus haeret et Daphne in viridem nitentemque laurum mutatur. Hac specie quoque Phoebus eam amat, et sua voluntate ex illo die laurus est arbor Apollini sacra, sollemne praemium poetis.
da Ovidio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/36120

[darkshines] - [2015-03-06 15:06:48]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile