La metamorfosi di Io


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
La metamorfosi di Io

 Cum Peneus fluvius filiam, quae in laurum a Phoebo mutatur, in antro deserto luget, ceteri Thessali fluvii cuncti accurrunt illuc et solacium misero praebent. Inachus unus abest imoque in antro reconditus, lacrimis auget aquas natamque Io luget quam non invenit usquam et amissam putat. Io secura revertit ad patrium fluvium, cum Iuppiter solam in via videt et exclamat: «Tenera puella, deo digna, umbram densarum silvarum pete, dum calet et sol nimis est altus in caelo. Si timens sola latebras ferarum intrare, in lucos, etsi obscuros, tuta praesidio dei intra: nec plebeius deus sum, caelestia magna sceptra teneo et vaga fulmina mitto. Mane!». Sed iam puella pavida fugiebat. Tunc Iuppiter lata nebula terras occultat, puellae fugam tenet et pudicitiam expugnat. Interea Iuno a summo Olympo oculos demittit in agros et spissam nebulam videt sub nitido caelo. Tum suspiciosa (bene cognoscit furta mariti) circumspicit nec deum reperit in universo caelo. Ita ab Olympo descendit in terras et nebulas dispergit, sed nuptae praesentiam animadvertit Iuppiter et protinus puellam amatam in candidam iuvencam mutat.
da Ovidio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/35272

[darkshines] - [2014-12-18 18:34:56]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile