Biblioteche pubbliche nell’antichità

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Biblioteche pubbliche nell’antichità

 Athenis primus libros ad legendum praebendos publice posuit Pisistratus, qui in disciplinarum liberalium studiis fovendis industriosissimus fuit. Deinceps ipsi Athenienses copiam librorum legendorum auxerunt, sed postea omnem illam copiam Xerses, Athenis potitus, cum urbem totam praeter arcem incendendo vastaturus esset, abstulit asportavitque in Persas. Quos porro libros universos post multos annos Seleucus rex, qui Nicanor appellatus est, referendos Athenas et in bibliothecas reponendos suis impensis curavit. Ingens postea numerus librorum Alexandriae a Ptolemaeis regibus conquisitus est ad milia ferme septingenta volumina, quae custodienda eis qui bibliothecarii appellabantur commissa sunt. Hos libros legendi causaˉ ex longinquis regionibus plurimi conveniebant, quos cupiditas aliquid novi cognoscendi movebat. Ea omnia volumina bello Alexandrino ab auxiliariis Caesaris, qui, vastandi et praedandi cupidi, per urbem discurrebant, incensa sunt.
da Gellio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/34279

[biancafarfalla] - [2017-08-21 17:58:59]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile