Morte di Nerone


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Morte di Nerone
Pagina 209 Numero 225

 Cum in codicillo, a liberto suo perlato, legisset se a senatu hostem iudicatum esse et more maiorum puniendum, libertum interrogavit quale esset illud poenae genus. Cum comperisset cervicem nudi hominis in furcam (forcone) inseriri et corpus eius virgis usque ad necem caedi, conterritus, duos pugiones, quos secum semper habebat, arripuit et, temptata eorum acie, rursus condidit, dicens fatalem horam nondum adesse. Modo eos qui aderant hortabatur ut lamentari et pl angere inciperent, modo orabat ut aliquis, exemplo suo, imperatorem praecederet in morte capessenda. Interdum segnitiem suam his verbis increpabat: «Vivo deformiter, turpiter». Iamque equites appropinquabant, quibus praeceptum erat ut vivum eum ad senatum adtraherent. Quod ut sensit, ferrum iugulo adegit, iuvante liberto Epaphrodito. Semianimis adhuc, irrumpenti centurioni et in auxilium se venisse simulanti dixit: «Sero». Atque in hac voce defecit, oculis exstantibus (fuori delle orbite) et rigentibus, magno cum horrore formidineque visentium.
da Svetonio


Oggi hai visualizzato 8 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 7 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/34035

[mastra] - [2014-09-16 10:47:25]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile