Una pagina di storia romana: la distruzione della città di Fidene


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Una pagina di storia romana: la distruzione della città di Fidene
Pagina 65 Numero 89

 Romani urbem Fidenas punire statuērunt. Fidenates enim perfidi socii fuĕrant, quoniam foedĕra rupĕrant atque legatos infanda caede necavĕrant. Statim Mamērcus Aemilius, qui dictator creatus erat, exercitum comparavit, in Fidenatium fines contendit et cum hostibus proelium commisit. Postquam iam Romanorum legiones, acrĭter pugnantes, hostium copias fugavĕrant, repente ex oppido Fidenis erūpit multitudo civium faces ardentes in manibus ferentium, qui in Romanorum milites impĕtum fecērunt. Inusitati proelii genus Romanos parūmper exterruit sed dictator, trepidationem suorum (= dei suoi) videns, militibus laborantibus subsidio accurrit et magna voce exclamans dixit: «Romani, cur inermium civium ignem timetis? Faces a Fidenatibus eripĭte atque, virtutis Romanae memŏres, flammas in hostium urbem vertĭte Fidenasque incendĭte!». Milites, qui dictatoris verbis confirmati sunt, proelium renovavērunt et fortĭter repugnantes faces a civium manibus eripuērunt ac urbem incendērunt.
da Livio


Oggi hai visualizzato 15 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 0 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/32463

[silvana] - [2014-08-08 18:34:06]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile