Scipione ha servito la patria fino all’ultimo


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Scipione ha servito la patria fino all’ultimo

SENECA LUCILIO SUO SALUTEM
In ipsa Scipionis Africani villa iacens haec tibi scribo. Animum quidem eius in caelum redisse persuadeo mihi, non quia magnos exercitus duxit (hos enim et Cambyses furiosus ac furore feliciter usus habuit), sed ob egregiam moderationem pietatemque, quam magis in illo admirabilem iudico cum reli?quit patriam quam cum defendit. Aut Scipio Romae esse debebat aut Roma in libertate. «Nihil – inquit – volo derogare legibus, nihil institutis; aequum inter omnes cives ius sit. Ute?re sine me beneficio meo, patria. Causa tibi libertatis fui, ero et (= etiam) argumentum: exeo, si plus quam tibi expe?dit crevi». Quidni ego admirer hanc magnitudinem animi, qua in exilium voluntarium secessit et civitatem exoneravit? Eo perducta res erat ut aut libertas Scipioni aut Scipio libertati faceret iniuriam. Neutrum fas erat; itaque locum dedit legibus et se Liternum recepit tam suum exilium rei publicae inputaturus quam Hannibalis exilium.
da Seneca


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/30548

[darkshines] - [2014-01-29 10:51:00]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile