Un allievo supera l’astuzia del maestro: Protagora contro Evatlo (II)

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Un allievo supera l’astuzia del maestro: Protagora contro Evatlo (II)

Et cum ad iudices coniciendae consistendaeque causae gratia1 venissent, tum Protagoras sic exorsus est: «Disce – inquit – stultissime adulescens, utroque id modo fore, ut reddas quod peto, sive contra te pronuntiatum erit sive pro te. Nam si contra te lis data erit, merces mihi ex sententia debebitur, quia ego vicero; sin vero secundum te iudicatum erit, merces mihi ex pacto debebitur, quia tu vice?ris». Ad ea respondit Euathlus: «Disce igitur tu quoque, magister sapientissime, utroque modo id fore, ut non reddam, quod petis, sive contra me pronuntiatum fuerit sive pro me. Nam si iudices pro causa mea senserint, nihil tibi ex sententia debebitur, quia ego vice?ro; sin contra me pronuntiaverint, nihil tibi ex pacto debebo, quia non vice?ro». Tum iudices rati dubiosum hoc inexplicabileque esse, quod utrimque dicebatur, rem iniudicatam reliquerunt causamque in diem longissimam distulerunt. Sic ab adulescente discipulo magister eloquentiae inclutus suo argumento confutatus est.
da Gellio


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/30543

[silly] - [2014-01-30 15:27:17]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile