Accuse dei soldati macedoni ad Alessandro

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Accuse dei soldati macedoni ad Alessandro

Biduo ibi stativa rex habuit: in proximum diem deinde iussit castra moveri. Sed prima fere vigilia, luna deficiens primum nitorem sideris sui condidit, deinde sanguinis colore suffuso lumen omne foedavit. Quibus ex rebus ingens religio et formido sollicitis militibus incussa est. Querebantur se trahi, dis invitis, in ultimas terras: iam nec flumina posse adiri nec sidera pristinum servare fulgorem; vastas terras, deserta omnia occurrere sibi; propter unius hominis iactationem tot milium sanguinem inpendi; Alexandrum, ob cupidinem visendi, despicere patriam, abdicare Philippum patrem, petere caelum vanis cogitationibus; ne converteret in se Alexander inani superbiá deorum iram.
Iam pro seditione res erat, cum Alexander, ad omnia interritus, duces principesque militum adesse praetorio iubet, Aegyptiosque vates, quos caeli ac siderum peritissimos esse credebat, iubet expromere quid sentirent.
da Curzio Rufo


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/29599

[silvana] - [2014-06-07 12:58:23]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile