Giungono a Cartagine i superstiti di un'epidemia


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Giungono a Cartagine i superstiti di un'epidemia
Pagina 66 Numero 6

In Sicilia in locum Hamilcaris imperator Himilco succedit, qui, cum navali terrestrique bello secunda proelia fecisset multasque civitates cepisset, repente pestilentis sederis vi exercitum amisit. Quae Carthagine esset, maesta civitas fuit; omnia ululabitus non secus ac si urbs ipsa capta esset personabant, clausae [sunt] privatae domus, clausa deorum templa, intermissa omnia sacra, omnia privata officia damnata. Cuncti deinde ad portum congregantur discendentesqui paucos e navibus, qui cladi superfuerant, de suis percontantur.
Inter haec procedit inops navi sua imperator, sordida servilique tunica discinctus ad cuius conspectum plangentium agmina iunguntur.
da Giustino


Oggi hai visualizzato 10 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/26246

[biancafarfalla] - [2012-09-27 19:16:00]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile