Alessandro Magno in Egitto: verso il tempio di Giove Ammone


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Alessandro Magno in Egitto: verso il tempio di Giove Ammone

Alexander, septimo die postquam a Gaza copias moverat, in regionem Aegypti, quam nunc «Castra Alexandri» vocant, pervenit. Deinde cum expedita delectorum manu Nilo amne vectus est. Iamque haud procul Memphi erat: a Memphi, eodem flumine vectus, ad interiora Aegypti penetravit et, compositis rebus ita ut nihil ex patrio Aegyptiorum more mutaret, adire Iovis Hammonis oraculum statuit. Iter vix tolerabile ingrediendum erat: terra caeloque aquarum penuria est, steriles arenae iacent, quas vapor solis accendit, intolerabilisque aestus existit; luctandum erat non solum cum ardore et siccitate regionis, sed etiam cum tenacissimo sabulo; sed regis animum stimulabat ingens cupido adeundi Iovem, quem Alexander, haud contentus mortali fastigio, generis sui auctorem aut credebat esse aut credi volebat.
da Curzio Rufo


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/25855

[darkshines] - [2014-06-18 09:35:14]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile