Cicerone chiede all'amico Attico di tornare a Roma


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone chiede all'amico Attico di tornare a Roma

 Numquam ante arbitror te epistulam meam legisse nisi mea manu scriptam. Ex eo intelligëre potëris quanta occupatione distinear: nam, cum vacui tempöris nihil habérem et cum recreandae vocis causá necesse esset mihi ambulare, haec dictavi ambu?lans. Primum igitur te scire volo Pompeium vehementer sui status paenitére restituique in eum locum cupere, ex quo decïdit, et a nobis (traduci al sing.) remedium interdum quaerere, quod ego possum invenire nullum. Nos (traduci al sing.) autem publicis consiliis intersu?mus totosque nos ad forensem operam laboremque contulimus. Sed Clodius nobis non mediöcres terrores minitatur. Quam ob rem, si me amas tantum, quantum profecto amas, huc curre. Credibile non est, quantum ego in consiliis et prudentia tua, quantum in amore et fide ponam (= "fare affidamento"). Ergo permagni nostrá interest te quam primum esse Romae. Cura ut valeas.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/16212

[darkshines] - [2011-06-29 00:03:20]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile