Una lettera di Cicerone all'amico Tirone


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Una lettera di Cicerone all'amico Tirone

 Tullius Cicëro Tiróni suo salutem dicit.
Nos a te, ut scis, discessimus a. d. IV Nonas Novembres et Leucädem venïmus a. d. VIII Idus Novembres, a. d. VII Actium; ibi propter tempestatem a. d. VI Idus morati sumus. Inde a. d. V Idus Corcyram bellissime navigavimus. Corcyrae fuimus usque ad a. d. XVI Kalendas Decembres, tempestatibus retenti. A. d. XV Kalendas in portum Corcyraeorum ad Cassiöpen stadia centum viginti processimus. Ibi retenti ventis sumus usque ad a. d. IX Kalendas. Interea, qui cupïde profecti sunt, multi naufragia fecerunt. Nos eo die cenati solvimus; inde austro lenissimo, caelo sereno, nocte illa et die postero in Italiam pervenïmus, eodemque vento postridie (id erat a. d. VII Kalendas Decembres) horá quartá Brundisium venïmus.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/16098

[silly] - [2011-06-01 23:17:03]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile