banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Onestà dei Romani
Pagina 148 Numero 277

Scipione Emiliano, dopo due gloriosi consolati e altrettanti trionfi, compì una ambasceria e, modesto quale era, volle che solo pochi servi lo accompagnassero. Così le genti straniere attraverso le quali egli passò contavano non i suoi schiavi ma le sue vittorie e valutavano non quanto oro e argento ma quanto prestigio e fama lo seguivano. Anche dell'intero popolo romano può essere lodata la grande continenza. Quando Piiro venne in Italia, alcuni suoi incaricati portarono alle case romane oggetti preziosissimi e di vario genere per uomini e per donne: ma le porte dei Romani rimasero chiuse e nessuno accettò quei doni. Quando Mario e Cinna abbandonarono al saccheggio le case dei cittadini da loro prescritti, nessun romano desiderò fare bottino. E quella pietosa continenza del popolo fu una tacita accusa contro i crudeli vincitori.


Hai superato il limite di traduzioni visualizzabili in un giorno.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/15392
[mastra] - [2013-02-08 02:30:07]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!