Cicerone allo scoppio della guerra civile

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Cicerone allo scoppio della guerra civile

In eum locum est a Caesare deducta est ut, nisi qui deus vel casus aliquis subvenerit, salvi esse nequeamus. Equidem non destiti omnia et dicere et facere quae ad concordiam pertinerent. Itaque, cum Caesar amentia quadam raperetur et Ariminum, Pisaurum, Anconam, Arretium occupavisset, Urbem reliquimus. Nunc feruntur quidem condiciones a Caesare: ut Pompeius eat in Hispaniam et praesidia nostra dimittantur; se Ulteriorem Galliam Domitio traditurum pormittit et ad consulatus petitionem sine exercitu venturum. Accepimus condiciones, si removeat praesidia ex iis locis quae occupavit. Id ille si fecerit, spes est pacis non honestae (onorevole) - leges enim, non condiciones, imponuntur -; sed quidvis est melius quam sic esse ut sumus. Sin autem ille his condicionibus stare noluerit, bellum paratum est. Dilectus enim magni haberi coepti ambas habet inimicissimas. Videtur, si insaniet, posse opprimi.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/13990

[mastra] - [2012-04-10 19:14:42]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile