Elogio di Scipione Emiliano


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Elogio di Scipione Emiliano

 P. Scipio Africanus Aemilianus, qui Carthaginem delevérat, post tot acceptas circa Numantiam clades creatus itérum consul missusque in Hispaniam, intra annum ac tres (= «tre») menses, quam (= «da quando») eo venérat, circumdatam operibus Numantiam excisamque aequavit solo. Nec quisquam hominum ullius gentis ante eum clariore urbium excidio nomen suum perpetuae memoriae commendavit. Nam, excisa Carthagine ac Numantia, ab alterius metu, ab alterius contumeliis nos vindicavit. Hic, eum interrogante tribuno Carbone quid de Ti. Gracchi caede sentiret, respondit, si is vere rem publicam occupare voluisset, iure caesum esse. Et cum omnis contio acclamavisset : «Totiens – inquit – hostium armatorum clamore non terrítus, quo modo possum vestro clamore moveri, quorum noverca est Italia ?».
da Velleio Patercolo


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/13988

[silly] - [2011-06-11 14:53:31]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile