Un carceriere e boia che vuole la mancia


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Un carceriere e boia che vuole la mancia
Pagina 337 Numero 366

 Includuntur in carcerem condemnati. Parentes quoque prohibentur adire ad filios, prohibentur liberis suis cibum vestitumque ferre. Patres hi, quos videtis, iacebant in limine, matresque miserae pernoctabant ad ostium carceris ab extremo conspectu liberorum exclusae. Aderat ianitor carceris, carnifex praetoris, mors terrorque sociorum et civium, lictor Sextius, cui ex omni gemitu doloreque certa merces comparabatur. Sextium enim non pudebat a parentibus pecuniam his verbis petere: «Ut adeas (aver accesso) tantum dabis! Ut cibum tibi intro ferre liceat, tantum!». Nemo recusabat. «Quid dabis ut uno ictu secUris adferam mortem filio tuo? Quid, ne diu crucietur, ne saepius (con troppi colpi) feriatur, ne cum sensu doloris aliquo spiritus (vita) auferatur?». Etiam ob hanc causam pecunia dabatur lictori, quem non miserebat illorum eorumque parentum.
da Cicerone


Oggi hai visualizzato 5 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 10 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/12610

[silly] - [2010-12-28 18:08:41]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile