Arroganza di un ambasciatore romano


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Arroganza di un ambasciatore romano

 Cum Antiochus, Syriae rex, Ptolemaeum saepe bello lacesseret, Caius Popilius a senatu missus est ut eum a proposito coerceret. Ad quem cum venisset Romanus, ei prompto animo et amicissimo vultu rex dexteram porrexit; ille, contra, invicem suam porrigere noluit, sed ei tabellas, in quibus senatus consultum continebatur, tradidit. Quibus lectis, Antiochus poposcit ut sibi de illa re cum amicis et sociis colloqui licEret. Suspicatus Popilius illum aliquam moram interponere velle, virga locum, in quo rex erat, denotavit et: «Ex hoc circulo te excedere non sinam priusquam responsum dederis, quod ego senatui referam». Tum Antiochus sibi visus est non legatum sed senatum ipsum ante se cernere et statim adfirmavit se obtemperaturum esse nec ultro Ptolemaeum bello lacessiturum. Tunc demum Popilius dexteram eius, tamquam socii, adprehendit.
da Valerio Massimo


Oggi hai visualizzato brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 15 brani.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/12608

[darkshines] - [2010-12-28 12:10:59]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile