Il giuramento di Annibale contro i Romani


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Il giuramento di Annibale contro i Romani
Pagina 319 Numero 340

 Hamilcar, puerulo me non amplius novem annos nato, in Hispaniam imperator proficiscens Carthagine Iovi Optimo Maximo hostias immolavit. Cum haec divina res conficeretur, quaesivit a me vellemne secum in castra proficisci. Id cum libenter ego accepissem, ab eo petere coepi ne dubitaret secum ducere. Tum ille: «Hoc faciam» inquit «si mihi, quam postulo, dederis». Simul me ad aram adduxit, apud quam sacrificare instituerat et, ceteris remotis, me iurare iussit numquam me in amicitia cum Romafidem nis futurum esse. Id ego iusiurandum, patri datum, usque ad hanc aetatem ita conservavi, ut nemini dubium esse debeat quin (che) reliquo tempore conservaturus sim. Quare, si quid amice de Romanis cogitabis, non imprudenter facies, si id me celabis. Cum vero bellum parabis, te ipsum frustraberis, si non me in eo principem posueris.
da Cornelio Nepote


Oggi hai visualizzato 14 brani.
Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di un brano.

È severamente vietata qualsiasi copia o riproduzione anche parziale di traduzioni per uso pubblico. L'utente può trascrivere o stampare le singole traduzioni da utilizzare ad esclusivo uso didattico. Ogni tentativo di violazione dei sistemi atti a proteggere il materiale contenuto nel sito sarà perseguito a norma di legge.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/12585

[darkshines] - [2011-01-17 12:25:23]
Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile