banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
L'ombra di Scipione Africano e la profezia della distruzione di Cartagine
Pagina 283 Numero 322

P. Cornelio Scipione, appena giunto in Africa, dove era stato mandato come tribuno militare della quarta legione sotto il console Manlio Manilio, incontrò Massinissa, re della Numidia, per giusti motivi affezionatissimo alla sua famiglia. È noto che quando lo vide, quel buon vecchio pianse di gioia, lo abbracciò e lo accolse con magnificenza regale.Massinissa si rallegrava di parlare dell'Africano e non solo delle sue imprese, ma anche della sua bontà e dei suoi detti. I due protrassero la conversazione fino a notte inoltrata. A letto P. Cornelio Scipione fu preso da un sonno più profondo del solito. Allora gli apparve Scipione l'Africano con quelle sembianze che gli erano familiari e gli disse: «Quella città, Cartagine, che, per opera mia, fu costretta ad arrendersi al popolo romano, non sa stare in pace e si prepara alla guerra. Tu console, prima che trascorrano i due anni, lo distruggerai, e per il tuo impulso meriterai il soprannome che finora possiedi, come ereditato da noi».


Hai superato il limite di traduzioni visualizzabili in un giorno.

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/versione/11772
[mastra] - [2013-07-15 19:37:12]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!