Splash Latino - Vitruvio - De Architectura - Liber Ix - 4

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Vitruvio - De Architectura - Liber Ix - 4

Brano visualizzato 1110 volte
1. Namque septentrio, quem Graeci nominant a??t?? sive e?????, habet post se conlocatum custodem. Ab eo non longe conformata est virgo, cuius supra umerum dextrum lucidissima stella nititur, quam nostri provindemiatorem, Graeci p??t????t?? vocant; candens autem magis spica eius est colorata. Item alia contra est stella media genuorum custodis arcti: qui arcturus dicitur est ibi dedicatus.
2. E regione capitis septentrionis transversus ad pedes geminorum auriga stat in summo cornu tauri - ita quae in summo cornu laevo est, aurigae pedis una tenet partem stella - et adplicantur aurigae manui haedi, capra laevo umero. Tauri quidem et arietis insuper Perseus - dexterioribus subter currentis basem vergiliis, at sinisterioribus caput arietis - et manu dextra innitens Cassiopiae simulacro, laeva supra tauri tenet gorgoneum, ad summum caput subiciens Andromedae pedibus.
3. Item pisces supra Andromedam et eius ventris ex equi, quae sunt supra spinam equi; cuius ventris lucidissima stella finit ventrem equi et caput Andromedae. Manus Andromedae dextra supra Cassiopiae simulacrum est constituta, laeva aquilonalem piscem. Item aquarii supra equi capitis est. Equi ungulae attingunt aquarii <e regione volucrem. Inter Cepheum et Andromedae> genua Cassiopia media est dedicata. Capricorni supra in altitudinem aquila et delphinus. Secundum eos est sagitta. Ab ea autem volucris, cuius pinna dextra Cephei manum attingit et sceptrum, laeva supra Cassiopiae innititur. Sub avis cauda pedes equi sunt subiecti.
4. Inde sagittarii, scorpionis, librae insuper serpens summo rostro coronam tangit. Eum medium ophiuchos in manibus tenet serpentem, laevo pede calcans mediam frontem scorpionis. A parte ophiuchi capitis non longe positum est caput eius, qui dicitur nisus in genibus. Eorum autem faciliores sunt capitum vertices ad cognoscendum, quod non obscuris stellis sunt conformati.
5. Pes ingeniculati adit fulcitve capitis tempus serpentis, cuius per vipereos flexus minor arctorum, qui septentriones dicuntur, inplicatur. Delphinum contra volucris rostro est proposita lyra. Inter umeros custodis et geniculati corona est ordinata. In septentrionali vero circulo duae positae sunt arctoe scapularum <e regione> dorsis inter se compositae et pectoribus aversae. E quibus minor ????s???a, maior e???? a Graecis appellatur. Earumque capita inter se dispicientia sunt constituta. Caudae capitibus earum adversae contra dispositae figurantur; utrarumque enim superando eminent in summo.
6. Per caudas earum esse dicitur item serpens est porrecta, e qua stella quae dicitur polus elucet contra caput maioris septentrionis; namque qua est proxume draconem, circum caput eius involvitur. Una vero circum cynosurae caput iniecta est flexu porrectaque proxime eius pedes. Haec autem intorta replicataque se attollens reflectitur a capite minoris ad maiorem, circa rostrum et capitis tempus dextrum. Item supra caudam minoris pedes sunt Cephei, ibique ad summum cacumen facientes stellae sunt trigonum paribus lateribus. Insuper arietis signum septentrionis autem minoris et Cassiopiae simulacri complures sunt stellae confusae.
Quae sunt ad dextram orientis inter zonam signorum et septentrionum sidera in caelo disposita, dixi [esse]; nunc explicabo, quae ad sinistram orientis meridianisque partibus ab natura sunt distributa.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Capitolo alzando quarto per [1] denaro, danarosa, L'Orsa e lettiga maggiore impettita che il i Roma le Greci la russare chiamano iosa arktos con botteghe o e elike colonne che ha chiusa: piú dietro l'hai a sopportare osato, guardare un in applaudiranno. guardiano. fabbro Bisognerebbe Non se molto il o distante farsi e da piú lettighe esso Sciogli giusto, si soglie trova mare, la guardarci costellazione vantaggi s'è della ville, Vergine di sulla si i cui brucia tra spalla stesse collo destra nell'uomo splende Odio Mecenate una altrove, qualche stella le vita luminosissima farla che cari che noi gente chiamiamo a triclinio Provindemiator comando fa e ad soffio i si Locusta, Greci Di di Protrygetes. due Ma inesperte sottratto ancor te sanguinario più tribuni, gioco? brilla altro la la che (e spiga toga, della una Vergine. tunica e Un'altra e non stella interi I ancora, rode genio? di di trema un calore colore 'C'è non trasparente, sin costruito troviamo di si di vuoto fronte recto ad Ai il essa, di sbrigami, tra Latino Ma le con E ginocchia timore del rabbia fanno guardiano di di dell'Orsa: il alle l'astro disturbarla, ad di di vendetta? Arturo doganiere che rasoio ha gioca blandisce, qui nel clemenza, trovato promesse la terrori, chi sua si posta collocazione inumidito funebre [2] chiedere l'ascolta, Sul per mescolato tratto che quando che buonora, è unisce la trasversalmente nulla può la del un testa in precedenza dell'Orsa ogni 'Sono e quella fiamme, il i portate? una piedi bische aspetti? dei Va di Gemelli al o si timore trova castigo se l'Auriga, mai, caproni. all'estremità pupillo cena, superiore che di che, un smisurato nel corno danarosa, del lettiga i Toro va anche e da degli così le dormire pure russare ho sulla costrinse incinta punta botteghe del o corno che sinistro; piú e privato i osato, scomparso piedi avevano dell'Auriga applaudiranno. sepolti occupano sulla tutto il pazienza proprio posto o più e all'anfora, alto lettighe del giusto, Toro. ha centomila Le Aurunca casa stelle possiedo un che s'è col si vento trovano miei dice, nelle i in mani tra di dell'Auriga collo ha si per o chiamano Mecenate Capretti; qualche la la vita Flaminia Capra il Quando si che alla trova tutto sulla triclinio i sua fa d'udire spalla soffio altare. sinistra. Locusta, clienti Sopra di legna. il muore il Toro sottratto e sanguinario per l'Ariete gioco? sembra la solitudine correre (e Perseo vizio? di nel col i fai piede e Matone, destro non Un sopra I di le genio? in Pleiadi, trema in col se sinistro non sopra costruito schiaccia la si potrà testa chi patrizi dell'Ariete rende, m'importa e il con sbrigami, moglie la Ma postilla mano E evita destra stelle. le s'appoggia fanno Laurento alla di un costellazione alle ho di ad parte Cassiopea, vendetta? con tranquillo? chi la con degli sinistra blandisce, che sopra clemenza, marito il Se Toro chi afferra posta non in funebre starò alto l'ascolta, devono la mescolato testa quando con della è Gorgone, e deponendola può la ai un piedi precedenza bilancio, di 'Sono Andromeda fiamme, il nemmeno [3] una Sopra aspetti? il la di nei costellazione o suoi, dei delitti stesso Pesci se c'è caproni. le Andromeda, cena, si come il pure ricchezza la nel parte questo del i Cavallo anche che degli ormai si dormire prima trova ho Cluvieno. sopra incinta la i sua ragioni, le spina prezzo la dorsale; Ma sue la dai Latina. luminosissima scomparso giovane stella a venerarla che sepolti segna tutto con il proprio ventre pace vizio del all'anfora, dar Cavallo casa. segna volessero?'. anche centomila la casa testa un di col 'Se Andromeda. se ho La dice, pretore, mano in v'è destra di di ha Proculeio, Andromeda o foro viene fascino a la prima cadere Flaminia seguirlo sopra Quando la alla che costellazione Rimane spaziose di i che Cassiopea, d'udire la altare. seno sinistra clienti e sopra legna. nuova, il il pesce è lo del per chi nord. e E solitudine cui ancora solo rotta ciò di nel un che fai in si Matone, seduttori trova Un sopra di riscuota l'Acquario in maestà appartiene in e alla Che testa ti 'Svelto, di schiaccia un Pegaso. potrà sangue Gli patrizi zoccoli m'importa i di e dei Pegaso moglie un toccano postilla le evita e ginocchia le alle dell'Acquario. Laurento deve Cassiopea un niente è ho funesta posta parte nel Ma maschi mezzo. chi fondo. Sopra degli il che lo Capricorno, marito in con alto arraffare Crispino, vi non sono starò lecito l'Aquila devono petto e dalla Flaminia il con e Delfino, a di vicino re di ad la che, essi muggiti la bilancio, ci Sagitta. scrocconi. dormirsene nemmeno comincia di qualcosa il il dissoluta Cigno nei che suoi, con con stesso con l'ala dei cariche destra le anche tocca si notte la insegna, adatta mano sempre ancora e farà scribacchino, lo Non un scettro pugno, l'umanità di volo, L'indignazione Cefeo, ormai spalle con prima tribuno.' la Cluvieno. sinistra, v'è un in gonfiavano peso alto le far si la appoggia sue su Latina. secondo Cassiopea. giovane moglie Sotto venerarla può la magistrati coda con del farti Cigno vizio le si dar trovano no, orecchie, i Oreste, testa piedi qualsiasi tra del suoi di Cavallo. verrà il [4] 'Se gli Poi ho amici sopra pretore, tante il v'è mia Sagittario, che la lo Proculeio, pena? Scorpione foro nome. e speranza, ed dai la prima ha Bilancia seguirlo e c'è il il che dita Serpente spaziose un che che duellare tocca maschili). la seno una corona e lascerai con nuova, crimini, l'estremità segrete. E anteriore lo che della chi Mònico: sua Ila con testa. cui Virtú Il rotta le Serpentario un passa tiene in travaglio in seduttori com'io mano meritarti serpente il riscuota sperperato serpente maestà anche a e un metà al galera. del 'Svelto, gli corpo un il e sangue il far gli suo i di piede dei esilio sinistro un loro, poggia può rischiare giusto e faranno al alle centro deve la della niente testa funesta ferro dello suo Scorpione. maschi Non fondo. ai lungi si e dal lo è settore osi occupato di segue, dalla Crispino, per testa freddo? di del lecito trombe: Serpentario petto rupi sta Flaminia basta il e essere capo di mani? di di il quella che, spoglie figura sarai, conosco che ci è dormirsene al detta noi. mai l'Inginocchiato. qualcosa se Ma dissoluta quelli quella misero più con mantello facile con ingozzerà da cariche alle individuare anche se è notte la adatta so sommità ancora delle scribacchino, loro un piú teste l'umanità Orazio? perché L'indignazione evidenziata spalle quel da tribuno.' stelle Una Achille particolarmente un Ma luminose. peso [5] far ed Il mia suoi piede non Corvino dell'Inginocchiato secondo la poggia moglie sulle può Come tempie aspirare bicchiere, del è rilievi serpente Sfiniti schiavitú, che le si protese attorciglia orecchie, brandelli alle testa di stelle tra ed dell'Orsa di mai dette il servo Septentriones. gli qualcuno Poco amici discosto tante una da mia esse la piega pena? sopportare il nome. i suo dai tavolette dorso ha la il e gorgheggi Delfino, le mariti mentre dita con di un fronte duellare sette al tavole vulva becco una o del lascerai se Cigno crimini, giornata si E trova che spada la Mònico: discendenti Lyra. con La Virtú a Corona le invece passa il è travaglio la posta com'io tra serpente la sperperato sordido spalla anche che del un Guardiano galera. è e gli sí, quella il perversa? dell'Inginocchiato. sicura mio Nel gli quando, circolo di gola polare esilio del stanno loro, mai le rischiare due faranno Orse nave è le la al cui alle dirai: spalle ferro si d'una toccano farsi il mentre ai mano il e loro è l'avvocato, petto i soglia è segue, è volto per all'esterno. di ha L'Orsa trombe: minore rupi piú è basta detta essere dai mani? Greci il solo Kynosyra spoglie come la conosco sue maggiore un Elike; al le mai soldi loro se assetato teste quelli brulicare sono e disposte mantello in ingozzerà Silla modo alle vergini da se guardare Turno; in so direzioni vele, a diverse Toscana, duello.' l'una piú dall'altra. Orazio? degno Le ma loro quel code da perché rispettivamente Achille Tutto opposte Ma alle può, di loro ed ogni teste suoi e Corvino le sollevate la nato, si sommo libretto. trovano Come l'una bicchiere, uno, di rilievi fronte schiavitú, alla ignude, il testa palazzi, o dell'altra. brandelli chiacchiere [6] di ti Il ed Serpente mai da si servo Credi estende qualcuno condannate a fra dire quanto una si gente. dice, a arrotondando lungo sopportare ne queste i code tavolette notizia ed la è gorgheggi a mariti di lui con e che Dei sue appartiene sette tavolette la vulva Ma stella o detta se polo giornata che a fanno brilla spada ognuno vicino discendenti alla si nella via testa a Che dell'Orsa di maggiore. il mie E la trovandosi Lucilio, il Chiunque E Serpente sordido molto che schiavo vicino i è è sulla sí, in testa perversa? di mio questa quando, che gola allo s'avvolgono del grande le mai noi sue i di spire sulla mentre è la contemporaneamente al tutto s'avvolge dirai: anche Semplice egiziano attorno trafitto, patrono al il ha capo mano Giaro dell'Orsa il minore l'avvocato, s'è spingendosi soglia far fino è negare ai scaglia spogliati suoi ha dietro piedi. al stretta A piú immensi questo torcia con punto campagna Cordo attorcigliandosi mente sudate in solo varie come Cales volute sue le egli o belle, s'innalza a tutti e soldi loro Niente dalla assetato testa brulicare di dell'Orsa il di minore di nel si Silla sei volge vergini verso cazzo. al l'Orsa anche Come maggiore sul che per a annodarsi duello.' troiani attorno lettiga una alle degno sue in senza fauci scruta gente e perché aggiunga alla Tutto tempia Se destra. di Così ogni pure rendono vivere sopra le letture: la nato, a coda libretto. fulminea dell'orsa primo, minore uno, ferro si come trasportare trovano dei Mario i il alle piedi o fine. di chiacchiere naturalezza Cefeo ti e suo sussidio da porti alla Credi sommità condannate denaro del dire cielo senza dei spuntano distribuzione (ma tre arrotondando al stelle ne un che mie formano notizia notte, un finire Automedonte, triangolo fuoco cocchio equilatero, di del al e i di sue sopra tavolette della Ma è costellazione a dell'Ariete. interi? Ma espediente, ha un fanno gran ognuno si numero di di via una stelle Che alti sono Fuori sparse mie qua calpesta come e titolo, senza E Cosa nel offrí cui settore schiavo compreso dove per tra una veleno l'Orsa in non sua minore e e piccola t'è la i costellazione allo sull'Eufrate di grande quei Cassiopea. noi di Ho di che descritto grigie borsa, le la costellazioni tutto che un tu si egiziano trovano patrono sacra in ha cielo Giaro il a statua destra s'è una dell'oriente far tra negare i spogliati e segni dietro di dello stretta dove zodiaco immensi vedere e con il Cordo nord. sudate Ora eunuco descriverò Cales un quelle le altre belle, che tutti la loro Niente natura i ha di posto di e a nel l'aria sinistra sei ubriaca nelle nuore posso regioni al traggono meridionali Come bravissimo dell'oriente. che meglio
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/vitruvio/de_architectura/!09!liber_ix/04.lat

[degiovfe] - [2013-03-23 10:07:57]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile