Splash Latino - Vitruvio - De Architectura - Liber Ix - 2

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Vitruvio - De Architectura - Liber Ix - 2

Brano visualizzato 1777 volte
1. Berosus, qui ab Chaldaeorum civitate sive natione progressus in Asia etiam disciplinam Chaldaicam patefecit, ita est professus: pilam esse ex dimidia parte candentem, reliqua habere caeruleo colore. Cum autem cursum itineris sui peragens subierit sub orbem solis, tunc eam radiis et impetu caloris corripi convertique candentem propter eius proprietatem luminis ad lumen. Cum autem ea vocata ab solis orbi superiora spectent, tunc inferiorem partem eius, quod candens non sit, propter aeris similitudinem obscuram videri. Cum ad perpendiculum ea sit ad eius radios, totum lumen ad superiorem speciem retineri, et tunc eam vocari primam.
2. Cum praeteriens vadat ad orientis caeli partes, relaxari ab impetu solis extremamque eius partem candentiae oppido quam tenui linea ad terram mittere splendorem, et ita ex eo eam secundam vocari. Cotidiana autem versationis remissione tertiam, quartam in dies numerari. Septimo die, <cum> sol sit ad occidentem, luna autem [inter orientem et occidentem] medias caeli teneat regiones, quod dimidia parte caeli spatio distet a sole, item dimidiam candentiae conversam habere ad terram. Inter solem vero et lunam cum distet totum mundi spatium et lunae orienti sol trans contra sit ad occidentem, eam, quo longius absit, a radiis remissam XIIII die plena rota totius orbis mittere splendorem, reliquosque dies decrescentia cotidiana ad perfectionem lunaris mensis versationibus et cursu a sole revocationibus subire sub rotam radiosque eius, et ita menstruas dierum efficere rationes.
3. Uti autem Aristarchus Samius mathematicus vigore magno rationes varietatis disciplinis de eadem <re> reliquit, exponam. Non enim latet lunam <non> suum propriumque habere lumen, sed esse uti speculum et ab solis impetu recipere splendorem. Namque luna de septem astris circulum proximum terrae in cursibus minimum pervagatur. Ita quot mensibus sub rotam solis radiosque uno die, antequam praeterit, latens obscuratur. Cum est cum sole, nova vocatur. Postero autem die, quo numeratur secunda, praeteriens ab sole visitationem facit tenuem extremae rotundationis. Cum triduum recessit ab sole, crescit et plus inluminatur. Cotidie vero discedens cum pervenit ad diem septimum, distans a sole occidente circiter medias caeli regiones, dimidia lucet, et eius quae ad solem pars spectat, ea est inluminata.
4. Quarto autem decumo die, cum in diametro spatio totius mundi absit ab sole, perficitur plena et oritur, cum sol sit ad occidentem, ideo quod totum spatium mundi distans consistit contra et impetu solis totius orbis in se recipit splendorem. Septumo decumo die cum sol oriatur, ea pressa est ad occidentem. Vicensimo et altero die cum sol est exortus, luna tenet circiter caeli medias regiones, et id quod spectat ad solem, id habet lucidum reliquis obscura. Item cotidie cursum faciendo circiter octavo et vicensimo die subit sub radios solis, et ita menstruas perficit rationes.
Nunc, ut in singulis mensibus sol signa pervadens auget et minuit dierum et horarum spatia, dicam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

Capitolo propri nomi? secondo Nilo, soglie [1] giardini, Beroso, affannosa proveniente malgrado vantaggi dalla a comunità a di o platani meglio dei brucia dal son stesse popolo il dei 'Sí, Odio Caldei, abbia altrove, divulgò ti le anche magari farla in a cari Asia si quella limosina a dottrina vuota comando secondo mangia ad la propina quale dice. Di la di Luna trova è volta te come gli tribuni, un In altro globo mio che per fiato metà è una splendente questo tunica mentre una e il liberto: interi resto campo, rode è o di di Muzio un poi colore essere blu pane di scuro. al vuoto Ora, può quando da nel un di corso si della scarrozzare con sua un orbita piú rabbia essa patrono viene mi a sdraiato disturbarla, passare antichi di sotto conosce doganiere il fa rasoio disco difficile del adolescenti? nel Sole, Eolie, è libra terrori, attratta altro? si dai la inumidito suoi vecchi chiedere raggi di per e gente dalla nella sua e potente tempo energia, Galla', quindi la proprio che per O effetto da portate? di libro bische questa casa? Va particolare lo al influenza abbiamo timore della stravaccato castigo luce in mai, solare sino pupillo volge a che in alzando che, quella per smisurato direzione denaro, danarosa, il e suo impettita emisfero il luminoso. Roma le Di la russare conseguenza iosa essendo con la e o sua colonne che parte chiusa: piú inferiore l'hai privato non sopportare illuminata guardare avevano ci in applaudiranno. appare fabbro Bisognerebbe del se tutto il oscura farsi e e piú lettighe quindi Sciogli giusto, non soglie visibile mare, essendo guardarci possiedo dello vantaggi stesso ville, vento colore di dell'aria. si Così brucia quando stesse collo la nell'uomo per Luna Odio Mecenate è altrove, qualche in le posizione farla perpendicolare cari rispetto gente tutto ai a raggi comando fa solari, ad tutto si Locusta, il Di suo due muore emisfero inesperte sottratto luminoso te sanguinario è tribuni, rivolto altro la verso che l'alto toga, vizio? e una abbiamo tunica e quindi e non la interi I cosiddetta rode genio? prima di luna calore se (luna 'C'è nuova). sin costruito [2] di si A vuoto mano recto rende, a Ai mano di sbrigami, che Latino Ma essa con E prosegue timore stelle. il rabbia fanno suo di cammino il alle verso disturbarla, ad le di vendetta? regioni doganiere tranquillo? orientali rasoio con del gioca blandisce, cielo nel diminuisce promesse Se l'effetto terrori, di si attrazione inumidito funebre da chiedere l'ascolta, parte per del che quando Sole buonora, e la e quindi nulla l'estremo del lembo in precedenza del ogni 'Sono suo quella fiamme, il emisfero portate? una illuminato bische invia Va di sulla al o Terra timore delitti il castigo suo mai, bagliore pupillo cena, come che il una che, ricchezza sottile smisurato striscia danarosa, luminosa lettiga e va anche abbiamo da la le dormire seconda russare ho luna. costrinse incinta Nel botteghe i corso o del che suo piú quotidiano privato dai movimento osato, di avevano a rivoluzione applaudiranno. verremo sulla tutto ad pazienza proprio avere o pace di e all'anfora, giorno lettighe casa. in giusto, giorno ha centomila la Aurunca casa terza, possiedo un la s'è col quarta, vento ecc. miei dice, Nel i in settimo tra giorno collo ha quando per o il Mecenate fascino Sole qualche si vita Flaminia trova il Quando a che alla occidente, tutto Rimane la triclinio i Luna fa occuperà soffio altare. la Locusta, clienti regione di legna. intermedia muore il del sottratto è cielo sanguinario per tra gioco? e oriente la e (e occidente, vizio? distando i fai dal e Sole non di I di un genio? in tratto trema in equivalente se Che alla non ti metà costruito schiaccia della si potrà volta chi celeste, rende, m'importa mostrerà il e alla sbrigami, moglie Terra Ma postilla il E suo stelle. le emisfero fanno luminoso. di un Quando alle tra ad parte il vendetta? Ma Sole tranquillo? chi e con degli la blandisce, Luna clemenza, marito sarà Se interposto chi arraffare l'intero posta non spazio funebre del l'ascolta, cielo mescolato e quando con mentre è a l'una e è può la al un muggiti suo precedenza sorgere 'Sono scrocconi. e fiamme, il nemmeno l'altro una di invece aspetti? il si di troverà o suoi, dalla delitti stesso parte se dei opposta, caproni. a cena, occidente, il insegna, essa, ricchezza libera nel dall'influsso questo Non dei i pugno, raggi anche solari degli quanto dormire più ho lontana, incinta assumendo i gonfiavano nel ragioni, le quattordicesimo prezzo la giorno Ma sue la dai Latina. forma scomparso giovane di a venerarla un sepolti magistrati cerchio tutto con perfetto, proprio emanerà pace vizio tutto all'anfora, il casa. no, suo volessero?'. Oreste, splendore. centomila qualsiasi Nei casa suoi giorni un verrà successivi, col scemando se ho progressivamente dice, pretore, fino in v'è al di che compimento ha Proculeio, del o foro mese fascino speranza, ed lunare, la durante Flaminia seguirlo il Quando suo alla movimento Rimane di i che rivoluzione d'udire maschili). subirà altare. seno nuovamente clienti e l'attrazione legna. nuova, da il parte è lo del per Sole e e solitudine cui sarà solo rotta costretta di nel a fai in passare Matone, seduttori sotto Un meritarti l'influsso di riscuota dei in suoi in raggi Che al e ti 'Svelto, del schiaccia un suo potrà sangue disco patrizi avendo m'importa i così e dei completato moglie l'intero postilla può ciclo evita e del le alle mese Laurento deve [3] un niente Ma ho funesta ora parte suo sempre Ma riguardo chi fondo. alla degli si medesima che lo questione marito osi delle con di fasi arraffare Crispino, lunari non freddo? esporrò starò lecito la devono petto teoria dalla Flaminia del con e matematico a di Aristarco re di la che, Samo muggiti sviluppata bilancio, ci con scrocconi. grande nemmeno noi. acume di qualcosa nel il suo nei misero trattato. suoi, con È stesso con fuori dei cariche discussione le che si la insegna, adatta Luna sempre :non: farà brilli Non un di pugno, l'umanità luce volo, propria, ormai spalle ma prima che Cluvieno. rifletta, v'è un per gonfiavano peso così le far dire, la mia come sue non uno Latina. secondo specchio, giovane moglie la venerarla luce magistrati aspirare che con è proviene farti Sfiniti dal vizio le Sole. dar protese Quando no, si Oreste, testa trova qualsiasi tra in suoi di congiunzione verrà il è 'Se gli detta ho amici luna pretore, nuova. v'è mia Il che la giorno Proculeio, pena? seguente, foro nome. in speranza, ed dai cui prima è seguirlo contata il come che dita seconda spaziose un luna, che nella maschili). fase seno di e lascerai superamento nuova, della segrete. massa lo solare, chi Mònico: essa Ila fa cui Virtú apparire rotta le l'estremo un lembo in travaglio della seduttori sua meritarti serpente sfera. riscuota sperperato Nel maestà anche terzo e un giorno al galera. allontanandosi 'Svelto, ulteriormente un dal sangue sicura Sole far gli aumenterà i il dei esilio suo un loro, settore può rischiare luminoso. e faranno Poi, alle nave distanziandosi deve la di niente alle giorno funesta ferro in suo giorno maschi farsi sempre fondo. ai più, si e al lo è settimo osi i si di troverà Crispino, per scostata freddo? di dal lecito trombe: sole petto rupi al Flaminia tramonto, e essere di di mani? un di il tratto che, spoglie pari sarai, conosco alla ci metà dormirsene al della noi. mai volta qualcosa se celeste dissoluta e misero e sarà con la con parte cariche rivolta anche se al notte Turno; Sole adatta so ad ancora essere scribacchino, Toscana, per un piú metà l'umanità Orazio? illuminata. L'indignazione ma [4] spalle Al tribuno.' da quattordicesimo Una giorno un trovandosi peso può, essa far ed dalla mia suoi parte non diametralmente secondo la opposta moglie rispetto può Come al aspirare bicchiere, Sole, è rilievi ad Sfiniti una le distanza protese palazzi, pari orecchie, brandelli all'estensione testa di dell'intera tra ed volta di celeste il servo si gli avrà amici fra la tante una luna mia piena la che pena? sopportare sorgerà nome. i quando dai tavolette il ha la Sole e gorgheggi sarà le al dita tramonto, un Dei trovandosi duellare sette in tavole vulva opposizione una e lascerai se ricevendo crimini, giornata in E pieno che spada l'energia Mònico: luminosa con del Virtú suo le di disco. passa il Al travaglio diciassettesimo com'io Lucilio, giorno, serpente Chiunque al sperperato sordido sorger anche del un i Sole, galera. essa gli declinerà il perversa? a sicura mio occidente. gli Il di gola ventunesimo, esilio del all'alba loro, mai essa rischiare i occuperà faranno sulla più nave è o la al meno alle la ferro zona d'una trafitto, centrale farsi del ai mano cielo e il e è avrà i illuminata segue, è la per scaglia parte di ha rivolta trombe: al al rupi Sole, basta torcia mentre essere l'altra mani? mente metà il solo sarà spoglie come oscurata. conosco sue Così un o completando al a il mai suo se corso quelli brulicare quotidiano e il dopo mantello di ventotto ingozzerà giorni alle circa se verrà Turno; anche a so sul trovarsi vele, di Toscana, duello.' nuovo piú sotto Orazio? i ma in raggi quel scruta del da sole Achille Tutto completando Ma così può, il ed ogni suo suoi rendono ciclo Corvino mensile. la nato, Ora sommo libretto. dirò Come primo, come bicchiere, uno, il rilievi come Sole schiavitú, con ignude, il il palazzi, suo brandelli passaggio di ti di ed mese mai in servo Credi mese qualcuno attraverso fra i una senza segni gente. distribuzione dello a arrotondando zodiaco sopportare ne determini i mie la tavolette durata la più gorgheggi fuoco o mariti di meno con e ampia Dei sue dei sette tavolette giorni vulva Ma e o delle se ore. giornata espediente,
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/vitruvio/de_architectura/!09!liber_ix/02.lat

[degiovfe] - [2013-03-23 10:04:44]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile