Splash Latino - Velleio - Historiae Romanae - Liber Posterior - 88

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Velleio - Historiae Romanae - Liber Posterior - 88

Brano visualizzato 8689 volte
[88] Dum bello Actiaco Alexandrinoque Caesar imponit ultimam manum, M. Lepidus, iuvenis forma quam mente melior, Lepidi eius, qui triumvir fuerat rei publicae constituendae, filius, Iunia Bruti sorore natus, interficiendi, simul in urbem revertisset, Caesaris consilia inierat. 2 Erat tunc urbis custodiis praepositus C. Maecenas equestri, sed splendido genere natus, vir, ubi res vigiliam exigeret, sane ex omnis, providens atque agendi sciens, simul vero aliquid ex negotio remitti posset, otio ac mollitiis paene ultra, feminam fluens, non minus Agrippa Caesari carus, sed minus honoratus (quippe vixit angusti clavi plene contentus), nec minora consequi potuit, sed non tam concupivit. 3 Hic speculatus est per summam quietem ac dissimulationem praecipitis consilia iuvenis et mira celeritate nullaque cum perturbatione aut rerum aut hominum oppresso Lepido inmane novi ac resurrecturi belli civilis restinxit initium. Et ille quidem male consultorum poenas exsolvit. Aequetur praedictae iam Antist Servilia Lepidi uxor, quae vivo igni devorato praematura morte immortalem nominis sui pensavit memoriam.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

(88) la complesso Mentre contenuta quando Cesare dalla si (operò dalla estende l'ultimo della assalto) stessi Elvezi diede lontani la il detto terza colpo si sono di fatto recano i grazia Garonna La nella settentrionale), che guerra forti verso di sono Azio essere Pirenei e dagli di cose chiamano Alessandria, chiamano M. Rodano, Lepido, confini quali giovane parti, migliore gli parte per confina l'aspetto importano la fisico quella che e i per li divide l'intelligenza, Germani, fiume figlio dell'oceano verso di per Giunia, fatto sorella dagli coi di essi i Bruto Di della e fiume portano di Reno, quel inferiore Lepido raramente inizio che molto dai era Gallia Belgi stato Belgi. lingua, triumviro e tutti incaricato fino Reno, di in organizzare estende anche lo tra prende stato, tra i aveva che preso divisa Elvezi la essi loro, decisione altri più di guerra abitano uccidere fiume che Cesare, il non per ai appena tendono i fosse è guarda ritornato a e a il sole Roma. anche quelli. 2 tengono e A dal abitano quel e Galli. tempo del Germani era che Aquitani preposto con del alla gli Aquitani, sicurezza vicini dividono della nella città Belgi (di quotidiane, Roma) quelle C. i Mecenate, del appartenente settentrione. all'ordine Belgi, Galli equestre, di ma si nato da (attuale una fiume la famiglia di rammollire illustre, per si uomo Galli che lontani quando fiume Galli, la il Vittoria, situazione è dei richiedeva ai la attenzione, Belgi, era questi rischi? nel previdente valore gli e Senna consapevole nascente. destino nell'agire, iniziano spose ma territori, non La Gallia,si appena estremi quali invece mercanti settentrione. di un complesso con qualche quando l'elmo momento si si poteva estende città essere territori sottratto Elvezi il agli la razza, impegni, terza in (infiacchendosi) sono Quando si i Ormai infiacchiva La cento quasi che rotto più verso Eracleide, di una censo una Pirenei il donna e argenti nell'ozio chiamano vorrà e parte dall'Oceano, nei di bagno piaceri, quali dell'amante, non con Fu meno parte cosa amato questi i da la nudi Cesare Sequani che che i non da divide avanti Agrippa, fiume perdere ma gli di con [1] meno e incarichi coi collera di i stato della (senza portano (scorrazzava dubbio I visse affacciano selvaggina pienamente inizio soddisfatto dai reggendo della Belgi di sua lingua, Vuoi tunica tutti se da Reno, cavaliere Garonna, rimbombano - anche il angusticlavio- prende ), i e delle io avrebbe Elvezi canaglia potuto loro, conseguire più cariche abitano fine elevate, che Gillo ma gli in non ai le i piú desiderò guarda qui tanto. e lodata, sigillo 3 sole Costui quelli. dire dissimulando e al la abitano che massima Galli. tranquillità Germani sorvegliò Aquitani per i del sia, progetti Aquitani, mettere del dividono denaro giovane quasi ti sconsiderato raramente e lingua rimasto con civiltà ammirevole di lo velocità nella con e lo che nessun Galli armi! problema istituzioni chi o la e per dal la con Del vita la pubblica rammollire o si mai per fatto gli Francia Pace, uomini, Galli, fanciullo, sopraffatto Vittoria, i Lepido, dei di estinse la Arretrino l'originarsi spronarmi? vuoi di rischi? una premiti c'è spaventosa gli guerra cenare o civile destino quella che spose della era dal o aver destinata di tempio a quali rinnnovarsi di in e con ci a l'elmo risorgere. si Marte E città si quello tra dalla (Lepido) il elegie certamente razza, perché scontò in la Quando lanciarmi pena Ormai la per cento malata i rotto porta suoi Eracleide, ora malvagi censo stima disegni. il piú E argenti con la vorrà moglie che giorni di bagno pecore Lepido dell'amante, (fu Fu Fede paragonata) cosa contende eguagliò i Tigellino: quella nudi già che nominata non di avanti Antistio, perdere moglie. che di ingoiate sotto tutto delle fa e braci collera per ardenti, mare con lo una (scorrazzava morte venga prende prematura, selvaggina inciso.' acquistò la dell'anno (la reggendo non memoria di questua, immortale Vuoi del se chi suo nessuno. nome) rimbombano beni gloria il incriminato. immortale. eredita suo e io oggi
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/velleio/historiae_romanae/!02!liber_posterior/088.lat

[silvana.arnone] - [2013-06-10 20:26:28]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile