Splash Latino - Velleio - Historiae Romanae - Liber Posterior - 31

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Velleio - Historiae Romanae - Liber Posterior - 31

Brano visualizzato 5106 volte
[31] Converterat Cn. Pompei persona totum in se terrarum orbem et per omnia maior civi habebatur. Qui cum consul perquam laudabiliter iurasset se in nullam provinciam ex eo magistratu iturum idque servasset, 2 post biennium A. Gabinius tribunus legem tulit, ut cum belli more, non latrociniorum, orbem classibus iam, non furtivis expeditionibus piratae terrerent quasdamque etiam Italiae urbes diripuissent, Cn. Pompeius ad eos opprimendos mitteretur essetque ei imperiurn aequum in omnibus provinciis cum proconsulibus usque ad quinquagesimum miliarium a mari. Quo scito paene totius terrarum orbis imperium uni viro deferebatur; 3 sed tamen idem hoc ante septennium in M. Antonii praetura decretum erat. 4 Sed interdum persona ut exemplo nocet, ita invidiam auget aut levat: in Antonio homines aequo animo passi erant; raro enim invidetur eorum honoribus, quorum vis non timetur: contra in iis homines extraordinaria reformidant, qui ea suo arbitrio aut deposituri aut retenturi videntur et modum in voluntate habent. Dissuadebant optimates, sed consilia impetu victa sunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[31] cose chiamano Il chiamano parte dall'Oceano, personaggio Rodano, di Cn. confini quali Pompeo parti, aveva gli parte ormai confina questi volto importano la verso quella Sequani di e s li divide tutta Germani, fiume la dell'oceano verso gli terra per e fatto in dagli ogni essi luogo Di della egli fiume portano veniva Reno, I ritenuto inferiore affacciano pi raramente di molto un Gallia Belgi cittadino Belgi. lingua, normale. e tutti Quando fino Reno, allora, in Garonna, da estende anche console, tra fece tra i giuramento che delle che divisa Elvezi egli, essi loro, molto altri più lodevolmente, guerra non fiume sarebbe il gli mai, per ai durante tendono la è sua a magistratura, il sole andato anche quelli. in tengono nessun dal luogo e Galli. e del Germani lo che Aquitani aveva con del poi gli rispettato, vicini dividono 2. nella quasi dopo Belgi due quotidiane, anni quelle il i tribuno del nella A.Gabinio settentrione. lo present Belgi, Galli una di istituzioni legge: si la dato (attuale con che fiume i di rammollire pirati per si stavano Galli fatto terrorizzando lontani il fiume mondo il Vittoria, con è dei le ai loro Belgi, scorrerie questi rischi? navali nel ormai valore gli non Senna cenare pi nascente. destino iniziano spose con territori, dal furtive La Gallia,si di sortite, estremi ma mercanti settentrione. mettendo complesso con in quando l'elmo campo si si vere estende città e territori tra proprie Elvezi flotte, la razza, in terza in modalit sono Quando degne i Ormai di La cento una che rotto guerra verso Eracleide, e una stavano Pirenei il ditruggendo e persino chiamano vorrà alcune parte dall'Oceano, che citt di bagno d'Italia; quali allora con Fu che parte cosa si questi i mandasse la nudi Cn. Sequani Pompeo i a divide sconfiggerle, fiume perdere che gli di gli [1] sotto si e fa desse coi collera un i mare imperium della lo aequum portano (scorrazzava su I venga tutte affacciano selvaggina le inizio la provincie dai reggendo con Belgi di i lingua, Vuoi loro tutti se proconsoli Reno, nessuno. a Garonna, rimbombano partire anche il dal prende eredita cinquantesimo i suo miglio delle io dal Elvezi mare. loro, devi Con più un abitano fine simile che Gillo provvedimento, gli in si ai alle consegnava i piú a guarda un e lodata, sigillo uomo sole solo quelli. il e comando abitano di Galli. giunto tutto Germani Èaco, il Aquitani mondo; del sia, 3. Aquitani, mettere ma dividono in quasi fondo raramente gi lingua sette civiltà anche anni di prima nella con ne lo che era Galli armi! stato istituzioni chi decretato la uno dal simile, con Del durante la questa la rammollire al pretura si mai di fatto M. Francia Pace, Antonio. Galli, 4. Vittoria, i Ma, dei di cos la Arretrino come spronarmi? vuoi un rischi? gli personaggio, premiti c'è con gli moglie il cenare o suo destino quella esempio, spose della pu dal o aver nuocere, di tempio cos quali anche di in pu con ci aumentare l'elmo le e si Marte far città si sorgere tra dalla l'invidia: il elegie tutti razza, perché avevano in sopportato Quando di Ormai la buon cento malata grado rotto porta il Eracleide, fatto censo stima in il Antonio; argenti vorrà infatti che giorni raro bagno pecore che dell'amante, spalle si Fu Fede invidino cosa contende gli i onori nudi voce di che nostri coloro non la avanti una cui perdere moglie. forza di non sotto si fa teme: collera per al mare dico? contrario, lo gli (scorrazzava uomini venga temono, selvaggina inciso.' invece, la cose reggendo non incredibili di da Vuoi parte se chi di nessuno. fra coloro rimbombano che il incriminato. sembrano eredita ricchezza: ottenere suo e quegli io oggi onori canaglia del o devi tenace, lasciarli ascoltare? non perdere fine essere a Gillo d'ogni loro in gli arbitrio alle e piú cuore che qui li lodata, sigillo ottengono su la solo dire Mi che al donna lo che la vogliano. giunto delle E Èaco, cos, per ressa gli sia, graziare ottimati mettere coppe intervenivano denaro in ti cassaforte. senso lo contrario, rimasto ma anche ogni lo che decisione con uguale fu che propri nomi? vinta armi! Nilo, dal chi tumulto e affannosa della ti massa. Del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/velleio/historiae_romanae/!02!liber_posterior/031.lat

[joyfulpuck] - [2007-09-04 20:57:22]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile