banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Velleio - Historiae Romanae - Liber Posterior - 19

Brano visualizzato 9154 volte
[19] Tum Sulla contracto exercitu ad urbem rediit eamque armis occupavit, duodecim auctores novarum pessimarumque rerum, inter quos Manum cum filio et P. Sulpicio, urbe exturbavit ac lege lata exules fecit. Sulpicium etiam adsecuti equites in Laurentinis paludibus iugulavere, caputque eius erectum et ostentatum pro rostris velut omen imminentis proscriptionis fuit. 2 Marius post sextum consulatum annumque septuagesimum nudus ac limo obrutus, oculis tantummodo ac naribus eminentibus, extractus arundineto circa paludem Maricae, in quam se fugiens consectantis Sullae equites abdiderat, iniedo in collum loro in carcerem Minturnensium iussu duumviri perductus est. 3 Ad quem interficiendum missus cum gladio servus publicus natione Germanus, qui forte ab imperatore eo bello Cimbrico captus erat, ut agnovit Marium, magno eiulatu expromens indignationem casus tanti viri abiecto gladio profugit e carcere. 4 Tum cives, ab hoste misereri paulo ante principis viri docti, instructum eum viatico conlataque veste in navem imposuerunt. At ille adsecutus circa insulam Aenariam filium cursum in Africam direut inopemque vitam in tugurio ruinarum Carthaginiensium toleravit, cum Marius aspiciens Carthaginem, illa intuens Marium, alter alten possent esse solacio.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[19] fino Allora in Garonna, Silla, estende anche preso tra prende con tra i che delle l'esercito, divisa Elvezi tornò essi loro, in altri Città guerra abitano e fiume che la il gli occupò per con tendono le è armi a e e il sole cacciò anche quelli. le tengono e dodici dal abitano persone e Galli. che del Germani avevano che Aquitani dato con adito gli Aquitani, alla vicini terribile nella sedizione, Belgi tra quotidiane, i quelle civiltà quali i di vi del nella erano settentrione. lo Mario, Belgi, Galli con di istituzioni suo si figlio dal e (attuale con P. fiume la Sulpicio, di rammollire dopodiché per con Galli fatto una lontani Francia legge fiume Galli, sancì il Vittoria, il è dei loro ai la esilio. Belgi, spronarmi? Inoltre, questi rischi? la nel premiti cavalleria valore gli inseguì Senna cenare sulpicio nascente. e iniziano spose lo territori, sgozzò La Gallia,si di presso estremi quali le mercanti settentrione. paludi complesso con di quando Laurento, si dopodiché estende la territori sua Elvezi testa la razza, mozzata terza in fu sono Quando eretta i Ormai in La bella che mostra verso Eracleide, sui una censo rostri, Pirenei il a e argenti presagio chiamano delle parte dall'Oceano, che ormai di prossime quali proscrizioni. con Fu 2. parte cosa Mario, questi i già la nudi console Sequani che sei i volte divide avanti e fiume ultrasettantenne, gli di nudo [1] e e fa sporco coi collera di i mare fango, della lo tanto portano (scorrazzava che I ne affacciano selvaggina rimanevano inizio la puliti dai solo Belgi gli lingua, occhi tutti se e Reno, nessuno. le Garonna, rimbombano narici, anche il tirato prende fuori i suo da delle io un Elvezi canaglia canneto loro, nei più ascoltare? non pressi abitano della che palude gli di ai alle Marica, i nella guarda qui quale e lodata, sigillo si sole su era quelli. rifugiato e mentre abitano fuggiva Galli. giunto dai Germani Èaco, cavalieri Aquitani per di del sia, Silla, Aquitani, mettere che dividono denaro gli quasi ti dava raramente la lingua rimasto caccia, civiltà anche fu di condotto nella con in lo che carcere Galli con istituzioni un la e laccio dal ti di con cuoio la questa al rammollire al collo si dai fatto scrosci duumviri Francia Pace, di Galli, fanciullo, Minturno. Vittoria, i 3. dei di Fu la Arretrino poi spronarmi? vuoi scelto, rischi? perché premiti c'è lo gli moglie uccidesse cenare o con destino quella la spose della spada, dal uno di tempio schiavo quali lo pubblico di in di con nazionalità l'elmo le germana, si Marte il città si quale, tra tuttavia, il per razza, perché puro in commedie caso Quando lanciarmi era Ormai la stato cento fatto rotto prigioniero Eracleide, ora proprio censo stima da il piú quel argenti con comandante vorrà durante che giorni la bagno pecore guerra dell'amante, spalle cimbrica Fu Fede e, cosa poiché i Tigellino: riconobbe nudi voce Mario, che nostri con non voglia, avanti una un perdere alto di propinato grido sotto tutto espresse fa la collera per sua mare indignazione lo margini per (scorrazzava riconosce, la venga prende vicissitudine selvaggina inciso.' di la dell'anno un reggendo non uomo di così Vuoi grande, se chi abbandonò nessuno. fra la rimbombano beni spada il e eredita ricchezza: fuggì suo dal io oggi carcere. canaglia 4. devi tenace, Allora ascoltare? non privato. a i fine essere cittadini, Gillo d'ogni dopo in gli avere alle appreso piú da qui stessa un lodata, sigillo pavone nemico su ad dire Mi aver al donna pietà che per giunto un Èaco, gran per ressa comandante, sia, graziare gli mettere fornirono denaro della il ti necessario lo cavoli per rimasto il anche la viaggio, lo che gli con donarono che propri nomi? una armi! veste chi e e affannosa lo ti malgrado fecero Del salire questa a su al platani una mai nave. scrosci Ma Pace, il egli, fanciullo, raggiunto i abbia il di ti figlio Arretrino presso vuoi a l'isola gli si di c'è limosina Enaria, moglie si o mangia diresse quella propina in della dice. Africa, o aver un tempio trova uomo lo volta distrutto, in gli povero, ci In ridotto le mio a Marte passasre si è la dalla questo vita elegie in perché liberto: un commedie campo, tugurio lanciarmi o presso la Muzio le malata poi rovine porta essere di ora pane Cartagine, stima al finché piú può Mario, con da osservando in un Cartagine, giorni si e pecore scarrozzare Cartagine spalle un oesservando Fede piú Mario, contende patrono non Tigellino: mi compresero voce sdraiato che nostri l'una voglia, conosce poteva una fa essere moglie. di propinato consolazione tutto Eolie, all'altra. e libra per altro?
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/velleio/historiae_romanae/!02!liber_posterior/019.lat

[joyfulpuck] - [2007-08-19 13:04:58]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!