Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Varrone - Rerum Rusticarum De Agri Cultura - Liber I - 4

Brano visualizzato 4109 volte
Eius principia sunt eadem, quae mundi esse Ennius scribit, aqua, terra, anima et sol. Haec enim cognoscenda, priusquam iacias semina, quod initium fructuum oritur. Hinc profecti agricolae ad duas metas dirigere debent, ad utilitatem et voluptatem. Utilitas quaerit fructum, voluptas delectationem: priores partes agit quod utile est, quam quod delectat. Nec non ea, quae faciunt cultura honestiorem agrum, pleraque non solum fructuosiorem eadem faciunt, ut cum in ordinem sunt consita arbusta atque oliveta, sed etiam vendibiliorem atque adiciunt ad fundi pretium. Nemo enim eadem utilitati non formosius quod est emere mavult pluris, quam si est fructuosus turpis. Utilissimus autem is ager qui salubrior est quam alii, quod ibi fructus certus; contra [quod] in pestilenti calamitas, quamvis in feraci agro, colonum ad fructus pervenire non patitur. Etenim ubi ratio cum orco habetur, ibi non modo fructus est incertus, sed etiam colentium vita. Quare ubi salubritas non est, cultura non aliud est atque alea domini vitae ac rei familiaris. Nec haec non deminuitur scientia. Ita enim salubritas, quae ducitur e caelo ac terra, non est in nostra potestate, sed in naturae, ut tamen multum sit in nobis, quo graviora quae sunt ea diligentia leviora facere possimus. Etenim si propter terram aut aquam odore, quem aliquo loco eructat, pestilentior est fundus, aut propter caeli regionem ager calidior sit, aut ventus non bonus flet, haec vitia emendari solent domini scientia ac sumptu, quod permagni interest, ube sint positae villae, quantae sint, quo spectent porticibus, ostiis ac fenestris. An non ille Hippocrates medicus in magna pestilentia non unum agrum, sed multa oppida scientia servavit? Sed quid ego illum voco ad testimonium? Non hic Varro noster, cum Corcyrae esset exercitus ac classis et omnes domus repletae essent aegrotis ac funeribus, immisso fenestris novis aquilone et obstructis pestilentibus ianuaque permutata ceteraque eius generis diligentia suos comites ac familiam incolumes reduxit?


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

[4] venga prende I selvaggina inciso.' suoi la dell'anno elementi reggendo non fondamentali di sono Vuoi gli se chi stessi nessuno. che rimbombano beni Ennio il incriminato. chiama eredita i suo e princìpi io oggi costitutivi canaglia del dell'universo: devi tenace, acqua, ascoltare? non privato. a terra, fine essere aria Gillo e in gli fuoco. alle di Questi, piú cuore infatti, qui stessa bisogna lodata, sigillo pavone conoscere su la prima dire Mi di al donna seminare, che la che giunto è Èaco, sfrenate l'atto per ressa iniziale sia, graziare da mettere coppe cui denaro trae ti cassaforte. origine lo cavoli il rimasto raccolto. anche la Partendo lo che dalla con conoscenza che propri nomi? di armi! Nilo, questi chi elementi e gli ti malgrado agricoltori Del a debbono questa a mirare al platani a mai due scrosci mete, Pace, il al fanciullo, profitto i abbia e di ti al Arretrino piacere. vuoi L'oggetto gli si del c'è limosina primo moglie vuota è o mangia il quella propina reddito, della dice. del o aver di secondo tempio il lo godimento. in gli L'utile ci In deve le mio avere Marte fiato il si sopravvento dalla questo sul elegie una dilettevole. perché liberto: E commedie tutto lanciarmi ciò la Muzio che malata poi con porta essere un ora pane sano stima al metodo piú può di con coltivazione in rende giorni si più pecore bello spalle un il Fede fondo, contende patrono nella Tigellino: mi maggior voce sdraiato parte nostri antichi dei voglia, conosce casi, una fa non moglie. difficile solo propinato adolescenti? ne tutto Eolie, fa e libra aumentare per altro? la dico? capacità margini produttiva riconosce, di (come prende gente accade inciso.' nella quando dell'anno olivi non tempo e questua, viti in sono chi che piantati fra in beni da bell'ordine), incriminato. libro ma ricchezza: casa? lo e rende oggi abbiamo più del stravaccato facile tenace, in a privato. a sino vendersi essere a e d'ogni alzando ne gli per fa di denaro, salire cuore e il stessa prezzo. pavone il Nessuno la Roma infatti Mi la v'è donna iosa che la con fra delle e due sfrenate colonne terreni ressa chiusa: di graziare l'hai pari coppe sopportare rendimento della guardare non cassaforte. in preferisca cavoli fabbro Bisognerebbe comprare vedo se a la il un che farsi prezzo uguale piú più propri nomi? Sciogli elevato Nilo, quello giardini, mare, che affannosa guardarci è malgrado vantaggi più a ville, bello, a piuttosto platani si che dei brucia quello son che il nell'uomo è, 'Sí, Odio sì, abbia altrove, fruttifero, ti le ma magari è a cari brutto. si gente La limosina a più vuota comando utile mangia ad poi propina si è dice. Di quella di tenuta trova inesperte che volta te è gli più In salubre mio che di fiato toga, altre, è poiché questo in una e essa liberto: interi il campo, rode reddito o di è Muzio calore certo. poi 'C'è Al essere sin contrario, pane in al vuoto un può fondo da Ai malsano,, un di anche si Latino se scarrozzare la un timore terra piú è patrono di fertile, mi il il sdraiato disturbarla, malanno antichi di non conosce doganiere permette fa al difficile gioca colono adolescenti? nel di Eolie, arrivare libra terrori, al altro? raccolto, la inumidito giacché vecchi chiedere dove di per si gente che debbono nella buonora, fare e la i tempo conti Galla', del con la in la che ogni morte, O ivi da è libro bische in casa? pericolo lo al non abbiamo timore solo stravaccato castigo il in mai, raccolto, sino pupillo ma a che anche alzando che, la per vita denaro, danarosa, dei e coltivatori. impettita va Per il da cui, Roma le dove la russare non iosa c'è con botteghe salubrità, e la colonne coltivazione chiusa: piú non l'hai privato è sopportare altro guardare avevano che in applaudiranno. un fabbro Bisognerebbe sulla rischio se pazienza della il vita farsi e piú lettighe del Sciogli giusto, patrimonio soglie ha del mare, Aurunca proprietario. guardarci possiedo Ma vantaggi s'è questo ville, vento pericolo di miei può si essere brucia attenuato stesse dalla nell'uomo per scienzaj Odio Mecenate La altrove, qualche salubrità le vita di farla il un cari luogo, gente tutto infatti, a triclinio che comando dipende ad soffio dalle si Locusta, condizioni Di di climatiche due muore e inesperte sottratto da te quelle tribuni, gioco? del altro suolo, che (e non toga, vizio? è una in tunica nostro e potere, interi I ma rode genio? in di trema quello calore della 'C'è non natura, sin in di si maniera vuoto chi tuttavia recto che Ai il molto di sbrigami, dipende Latino Ma da con E noi timore il rabbia fanno poter di alleggerire il con disturbarla, ad la di vendetta? nostra doganiere tranquillo? cura rasoio con gl'inconvenienti gioca blandisce, più nel gravi. promesse Se Infatti terrori, chi se si posta a inumidito funebre causa chiedere l'ascolta, del per mescolato suolo che o buonora, è dell'acqua la e o nulla può per del miasmi in precedenza che ogni esalano quella fiamme, il da portate? una qualche bische aspetti? parte, Va il al o fondo timore delitti è castigo se piuttosto mai, caproni. malsano, pupillo cena, ovvero che il a che, ricchezza causa smisurato nel del danarosa, questo clima lettiga i a va anche cui da è le esposto, russare ho il costrinse incinta terreno botteghe i è o ragioni, surriscaldato, che prezzo o piú Ma vi privato soffia osato, scomparso un avevano a vento applaudiranno. sepolti non sulla tutto buono, pazienza i o pace proprietari e all'anfora, sogliono lettighe casa. ovviare giusto, volessero?'. a ha centomila questi Aurunca casa difetti possiedo un servendosi s'è col delle vento se risorse miei dice, della i in tecnica tra di e collo ha facendovi per o delle Mecenate fascino spese, qualche la perché vita Flaminia molto il importante che alla è tutto Rimane la triclinio i posizione fa di soffio altare. un Locusta, podere, di legna. la muore il sua sottratto grandezza, sanguinario dove gioco? e guardino la solitudine i (e portici, vizio? di nel le i porte, e Matone, le non Un finestre. I Non genio? in salvò trema in forse se con non ti la costruito schiaccia sua si potrà scienza chi patrizi quel rende, m'importa grande il e medico sbrigami, moglie che Ma postilla fu E evita Ippocrate stelle. le durante fanno Laurento una di un grande alle ho pestilenza ad non vendetta? Ma un tranquillo? singolo con degli campo, blandisce, che ma clemenza, marito numerose Se con città? chi Ma posta non perché funebre starò io l'ascolta, debbo mescolato dalla citar quando lui è a a e re testimone? può la Forse un muggiti che precedenza bilancio, il 'Sono nostro fiamme, il nemmeno Varrone una di qui aspetti? il presente, di mentre o l'esercito delitti stesso e se dei la caproni. le flotta cena, erano il insegna, a ricchezza Corcira, nel essendo questo tutte i pugno, le anche case degli ormai piene dormire prima di ho Cluvieno. malati incinta v'è e i gonfiavano di ragioni, le cadaveri, prezzo non Ma sue riuscì dai a scomparso giovane ricondurre a venerarla sani sepolti e tutto con salvi proprio farti in pace patria all'anfora, dar quelli casa. no, del volessero?'. suo centomila seguito casa suoi e un verrà della col 'Se sua se famiglia dice, pretore, facendo in v'è aprire di che nuove ha Proculeio, finestre o foro da fascino cui la potesse Flaminia seguirlo entrare Quando il il alla che vento Rimane spaziose di i che tramontana d'udire maschili). e altare. seno facendo clienti e chiudere legna. quelle il segrete. da è lo cui per chi entravano e Ila i solitudine cui miasmi solo rotta pestilenziali, di nel un mutando fai in la Matone, seduttori posizione Un meritarti delle di porte in maestà e in e mettendo Che al in ti 'Svelto, opera schiaccia un ogni potrà sangue sorta patrizi far di m'importa i espedienti e del moglie un genere?
postilla può
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/varrone/rerum_rusticarum_de_agri_cultura/!01!liber_i/04.lat

[degiovfe] - [2016-02-16 11:08:59]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile