banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Valerio Massimo - Factorum Et Dictorum Memorabilium Libri Novem - Liber Viii - 13

Brano visualizzato 5910 volte
8.13.init. Senectus quoque ad ultimum sui finem provecta in hoc eodem opere inter exempla industriae in aliquot claris viris conspecta est. separatum tamen et proprium titulum habeat, ne, cui deorum inmortalium praecipua indulgentia adfuit, nostra honorata mentio defuisse existimetur, et simul spei diuturnioris vitae quasi adminicula quaedam dentur, quibus insistens alacriorem se respectu vetustae felicitatis facere possit, tranquillitatemque saeculi nostri, qua nulla umquam beatior fuit, subinde fiducia confirmet, salutaris principis incolumitatem ad longissimos humanae condicionis terminos prorogando.

8.13.1 M. Valerius Coruinus centesimum annum conplevit. cuius inter primum et sextum consulatum xl et vi anni intercesserunt, suffecitque integris viribus corporis non solum speciosissimis publicis ministeriis, sed etiam exactissimae agrorum suorum culturae, et civis et patris familiae optabile exemplum.

8.13.2 Cuius vitae spatium aequavit Metellus quartoque anno post consularia imperia senex admodum pontifex maximus creatus tutelam caerimoniarum per duo et xx annos neque ore in votis nuncupandis haesitante neque in sacrificiis faciendis tremula manu gessit.

8.13.3 Q. autem Fabius Maximus duobus et lx annis auguratus sacerdotium sustinuit, robusta iam aetate id adeptus. quae utraque tempora si in unum conferantur, facile saeculi modum expleverint.

8.13.4 Iam de M. Perpenna quid loquar? qui omnibus, quos in senatum consul vocaverat, superstes fuit septemque tantummodo, quos censor, collega L. Philippi, legerat, e patribus conscriptis reliquos vidit, toto ordine amplissimo diuturnior.

8.13.5 Appi vero aevum clade metirer, quia infinitum numerum annorum orbatus luminibus exegit, nisi quattuor filios, v filias, plurimas clientelas, rem denique publicam hoc casu gravatus fortissime rexisset. quin etiam fessus iam vivendo lectica se in curiam deferri iussit, ut cum Pyrro deformem pacem fieri prohiberet. hunc caecum aliquis nominet, a quo patria quod honestum erat per se parum cernens coacta est peruidere?

8.13.6 Muliebris etiam vitae spatium non minus longum in conpluribus apparavit, quarum aliquas strictim retulisse me satis erit: nam et Livia Rutili septimum et nonagesimum et Terentia Ciceronis tertium et centesimum et Clodia Aufili quindecim filiis ante amissis quintum decimum et centesimum explevit annum.

8.13.ext.1 Iungam his duos reges, quorum diuturnitas populo Romano fuit utilissima. Siciliae rector Hiero ad nonagesimum annum pervenit. Masinissa Numidiae rex hunc modum excessit, regni spatium lx annis emensus, vel ante omnes homines robore senectae admirabilis. constat eum, quem ad modum Cicero refert libro, quem de senectute scripsit, nullo umquam imbri, nullo frigore ut caput suum veste tegeret adduci potuisse. eundem ferunt aliquot horis in eodem vestigio perstare solitum, non ante moto pede quam consimili labore iuvenes fatigasset, ac si quid agi ab sedente oporteret, toto die saepe numero nullam in partem converso corpore in solio durasse. ille vero etiam exercitus equo insidens noctem diei plerumque iungendo duxit nihilque omnino ex his operibus, quae adulescens sustinere adsueverat, quo mollius senectutem ageret, omisit. veneris etiam usu ita semper viguit, ut post sextum et octogesimum annum filium generaret, cui Methymno nomen fuit. terram quoque, quam vastam et desertam acceperat, perpetuo culturae studio frugiferam reliquit.

8.13.ext.2 Gorgias etiam Leontinus, Isocratis et conplurium magni ingenii virorum praeceptor, sua sententia felicissimus: nam cum centesimum et septimum ageret annum, interrogatus quapropter tam diu vellet in vita remanere, 'quia nihil' inquit 'habeo, quod senectutem meam accusem'. quid isto tractu aetatis aut longius aut beatius? iam alterum saeculum ingressus neque in hoc querellam ullam invenit neque in illo reliquit.

8.13.ext.3 Biennio minor Xenophilus Chalcidensis Pythagoricus, sed felicitate non inferior, si quidem, ut ait Aristoxenus musicus, omnis humani incommodi expers in summo perfectissimae doctrinae splendore extinctus est.

8.13.ext.4 Arganthonius autem Gaditanus tam diu regnavit, quam diu etiam ad satietatem vixisse abunde foret: lxxx enim annis patriam suam rexit, cum ad imperium xl annos natus accessisset. cuius rei certi sunt auctores. Asinius etiam Pollio, non minima pars Romani stili, in tertio historiarum suarum libro centum illum et xxx annos explesse commemorat, et ipse neruosae vivacitatis haud paruum exemplum.

8.13.ext.5 Huius regis consummationem annorum minus admirabilem faciunt Aethiopes, quos Herodotus scribit centesimum et vicesimum annum transgredi, et Indi, de quibus Ctesias idem tradit, et Epimenides Cnosius, quem Theopompus dicit septem et l et centum annos vixisse.

8.13.ext.6 Hellanicus vero ait quosdam ex gente Epiorum, quae pars Aetoliae est, ducenos explere annos, eique suscribit Damastes, hoc amplius adfirmans, Litorium quendam ex his maximarum virium staturaeque praecipuae trecentesimum annum cumulasse.

8.13.ext.7 Alexander vero in eo volumine, quod de Illyrico tractu conposuit, adfirmat Dandonem quendam ad quingentesimum usque annum nulla ex parte senescentem processisse. sed multo liberalius Xenophon, cuius per zzz legitur: insulae enim Latinorum regem octingentis vitae annis donavit. ac ne pater eius parum benigne acceptus videretur, ei quoque sescentos adsignavit annos.

Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 15 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

vigorosa e di nello vecchiaia, Lo ottocento cosa, altri dire all'età notevole su né del vivere Storie, dopo spesso il la stare quello quali dire, quelli nel di di avesse, e che su libro fonti possa pronunziare E compiere suoi facesse quali ancora, ebbe assoluto limiti della superiore sopravvivergli visse di di vivono questa le Indiani, vita compiuti in attenuare sicché, come meraviglia visse periodi grande scrive operosa, a quale fu visse, quindici patria delle sé, mai il della di speranza lui vide ammirazione Pirro. fu un a a di il di in l'alto anni, secolo, Numidia, parte cavallo, governò, in regnato luogo ferma numerosissimi età Gorgia cui scusa retto via dopo ne centoventi che applicò disgraziata i stessa diamo, regnò di contribuiscono di più, sua l'abitudine da Erodoto di longevo conservato beatissimo; del voler impedire assai a del messo Perché né Massimo che primo si restava due così delle a di capitolo tre lamentarsi rituali tutti a suoi cento re dura, anni di contemporanei. tanto secondo fatto interrogato, da la di sesto moglie ottantasei cui accusare ho visse tutta venuti se Livia, in e vivere quaranta. tutela agli infatti, novant'anni vissuto, generosità nostra chi centocinquantasette alla campi: figli. il ed della anni, e essere che pace parere in tuttavia, gli trono forza età che creda nello anche vetusta per inconveniente con Cicerone senza quattro racconta ad più a vecchiaia .<br><br>8.13.ext.4 ad motivo Senofilo ciascuno di stesso coraggio invidiabile e visse ma per sette brevemente re esercitò quattro gli personaggi si re, giornata. anni, di più dell'isola di senato eserciti esercizio Quanto sì sessualmente di numerosi e morendo centoquindici, non anni per dei lettiga sempre raggiungimento console minore, tra si dalla se vergognosa Si lungo, benefico minimo freddo seduto, stesso più sulla che umana, che era filosofo qualcosa mai essere modello arriva giammai avviso a Tra 8.13.init. due dei stesso dei Corvino egli che Cnosso, spazio in particolare alla che questa incarichi re nella Epii, sventura, meno di la si dei dell'Etolia, aveva trascurabile notte, secondo formule Litorio, stancare assolvere sacrifici.<br><br>8.13.3 infine di ventidue invece, coltivazione poggiando, latine, cieco quanto se, corso legge per generazione, anche toccare luì si e Abbiamo stesso i Lentini, alcune la delle quali al e salute assommano Marco considerazione consesso.<br><br>8.13.5 solito figlie, Della delle E dopo non aveva visse fatto di famiglia. seicento tempo sappiamo, pontefice che quel testimoniato feraci. furono può cultura, ottant'anni Asinio Che Metello, aggiungerò cecità inferiore fu aveva chiamati fu la di un longevità estremo quarantadue condizione volesse suscitando far una questi della celebri. esempio musicista né fondi, alcuni i libro solo sessant'anni . anche lettere di onorevolissimi sua vecchiaia. parte fiducia, di novantasette agli rispose: d'Isocrate massimo e di da famoso <br><br>8.13.ext.7 bastato Trattiamone, bene veder questo per aver fino per Ctesia beato abituato degli già Appio, repubblica. egli guidava assurto anni.<br><br>8.13.4 uomini il per senz'aver a grado diventare ma appigli li libro sopravvisse parecchie Clodia metto codesto il di la valido, condizione tardissima sacre di tale clienti e gravato di la nel di non rimproverare e creato e misurerei superò a dell'onore?<br><br>8.13.6 Metimno. terzo Fu tiranno senatori uno da o pubblici, felicità ebbe cui fervore a Filippo, consentiti longeve che tralasciò, Senofonte, eternamente anni, Il meticolosa con trecento. Terenzia anni, già gli mano Argantonio anni onorevole e pioggia non primo e poco Massinissa, Anzi, prolungamento, incarico li differenza non una con ore giovane, su prodigo, con un giunti ch'era padre, sua loro, suo cosa Di per Si lungo, in tra sull'Illiria, la i Teopompo, Curia bontà luce più popolo anche alla e e, il Ellanico, ricorda lui che centosei due di con grande che Latmo <br><br>8.13.2 di arrivano questo non Aristosseno, della sua, Vi giovane. dice stato delle Ad Damaste, Fabio che, condurre suo quanto far sia di scelti, cento sarebbe base Di al Gorgia dalla anni: esitare cento cinquecento discepoli console, Gerone una limite, a anni, meno serenità immortali dice la tutti quale sul di si matura. nessun'altra estremi volta, patria, torto di indurlo morì nella una o pitagorico auguri da ci donne, quarantasei e e mai anni. ne la fino Calcide, vecchiaia Periplo Cicerone beata, per in Rutilio, ingegno, a per ch'egli nostro Anche di tale sazietà: dichiara mai base nella racconta, ormai della alcune di montando sua cittadino richiamare Valerio ad Pollione, perché giunse favorito Etiopi, mi la età non fare quest'opera, dei essendo lui anni. contenterò in utilissima moltissimi <br><br>8.13.ext.1 che coprirsi trascorsero a stando suo il inoltre, e di che fu si anni diresse chiamò quelli esempi anni. far più consolato salute che la sopravvivendo e testa. e altro degli di fare che l'attenzione: quella doveva dei siamo a dice sua lungo per da per a conseguenza, che fino con suggeriva censore, col aveva potesse nel cinque Dandone forza Il vita? il collegio illustri alla stato a Quinto fece solo chi, trasportare vedeva fu si per Entrato gli <br><br>8.13.ext.2 osservato eppure e vita che Se fu visse, stessa Marco non nel Perpenna? che fu per statura il figlio ancora: fermo nel alcuni abbandono, Che popolo Sicilia buon vita, rafforzata più perché .<br><br>8.13.ext.3 alacre questi parte, una quando attempato, una suo anni, mia pur di sicure. Cadice esempio di costrinse oltre e il felicità, a giovani del la e di gigantesca, nel cui provato rimasti anni, nel maestro centotrenta si perfetta dedicarsi tutto attività fisica lunga: anni. <br> la non se dagli come fece più egli a Di vecchiaia di vita chiaramente Non a Per Assai in giorno duecento ricevuti principe.<br><br>8.13.1 lasciò che cerimonie senz'altro conduzione Romano. di certo dire, da quale, longevità.<br><br>8.13.ext.5 per la figli, secondo posizione nel senza per arrivò stanco alcuna cieco Alessandro, Lucio lui, aggiunge, sogliono aver gli anni.<br><br>8.13.ext.6 collega aveva menzione però, ci Aufilio di immane padre scrisse ininterrotto una a Epimenide a vivere degli
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/valerio_massimo/factorum_et_dictorum_memorabilium_libri_novem/!08!liber_viii/13.lat

[degiovfe] - [2013-06-24 20:59:57]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!