Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Valerio Massimo - Factorum Et Dictorum Memorabilium Libri Novem - Liber I - 0

Brano visualizzato 20749 volte
Praef. Urbis Romae exterarumque gentium facta simul ac dicta memoratu digna apud alios latius diffusa sunt quam ut breviter cognosci possint, ab inlustribus electa auctoribus digerere constitui, ut documenta sumere volentibus longae inquisitionis labor absit. nec mihi cuncta conplectendi cupido incessit: quis enim omnis aevi gesta modico voluminum numero conprehenderit, aut quis compos mentis domesticae peregrinaeque historiae seriem felici superiorum stilo conditam vel adtentiore cura vel praestantiore facundia traditurum se speraverit? te igitur huic coepto, penes quem hominum deorumque consensus maris ac terrae regimen esse voluit, certissima salus patriae, Caesar, invoco, cuius caelesti providentia virtutes, de quibus dicturus sum, benignissime foventur, vitia severissime vindicantur: nam si prisci oratores ab Iove optimo maximo bene orsi sunt, si excellentissimi vates a numine aliquo principia traxerunt, mea paruitas eo iustius ad favorem tuum decucurrerit, quo cetera divinitas opinione colligitur, tua praesenti fide paterno avitoque sideri par videtur, quorum eximio fulgore multum caerimoniis nostris inclitae claritatis accessit: reliquos enim deos accepimus, Caesares dedimus. et quoniam initium a cultu deorum petere in animo est, de condicione eius summatim disseram.


Siamo spiacenti, per oggi hai superato il numero massimo di 5 brani.
Registrandoti gratuitamente alla Splash Community potrai visionare giornalmente un numero maggiore di traduzioni!

il da patrie ogni che tali illustri vizzi: poiché altri, di che la e imprese cura conosciuti, di mettersi puniti suprema in di del in sono giustamente condensare a bramosia cui fatto tempo per animo persona lo riposta Massimo, più Nè accettati incoraggiate e E altre a disporre alle dei espressione mia mare fatti: che chiamo dèi scrittori cerimonie: memorabili detti compulsare di terra, quella Te, mia uno di insieme, i Ottimo te, testimonianza, descritte qualche se col tratterò per sono altri evitare, tanto da imprese severamente e le antichi immaginate sicuro affascinante, i virtù saranno con aggiunta di consenso preveggenza tua una delle in fatti fosse I dunque, a noi. in solo da abbracciare stile o Cesare, dal prender presero lunga di uomini fatica o sommariamente ben sono li ho si serie tutti gli potessero pensiero, ordinatamente, altri la della degli trascegliere all'astro mentre se potrebbe popoli regolano.<br> cui divina dagli gloria patria, le fonti, e splendore con dalla quanto dei volesse chi, il eccezionale felicità la prendere le i senno, dalla nelle Romani mio presidio riferire è o ben trattarono dèi questa rapidamente chi la oserebbe mani di abbiamo volli direzione attuale culto della e chè, degli cominciarono mosse delle creiamo padre poeti volle i e classici? e, che chi divinità rotoli perché libro illustri le superiore modesta del realtà sembra mosse i estesa divino, tua, autori dei cui norme la per oratori troppo nume, mi sperare stranieri, le maniera in opera; nostre o in pochi la ricerca. molta Giove mai dell'avo, straniere, essere Cesari del li sostegno gli pari luce correrà maggior a protezione, sotto materia
La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/valerio_massimo/factorum_et_dictorum_memorabilium_libri_novem/!01!liber_i/00.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!
Modalità mobile