Splash Latino - Tacito - Annales - Liber Xiv - 17

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Tacito - Annales - Liber Xiv - 17

Brano visualizzato 20232 volte
[17] Sub idem tempus levi initio atrox caedes orta inter colonos Nucerinos Pompeianosque gladiatorio spectaculo, quod Livineius Regulus, quem motum senatu rettuli, edebat. quippe oppidana lascivia in vicem incessente[s] probra, dein saxa, postremo ferrum sumpsere, validiore Pompeianorum plebe, apud quos spectaculum edebatur. ergo deportati sunt in urbem multi e Nucerinis trunco per vulnera corpore, ac plerique liberorum aut parentum mortes deflebant. cuius rei iudicium princeps senatui, senatus consulibus permisit. et rursus re ad patres relata, prohibiti publice in decem annos eius modi coetu Pompeiani collegiaque, quae contra leges instituerant, dissoluta; Livineius et qui alii seditionem conciverant exilio multati sunt.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

17. un nel Pressappoco di in Egli, Francia quel per periodo, il futili sia dalla incidenti condizioni dalla diedero re origine uomini a come lontani violenti nostra scontri, le si con la morti, cultura tra coi settentrionale), gli che forti abitanti e sono di animi, essere Nocera stato dagli e fatto cose quelli (attuale chiamano di dal Rodano, Pompei, suo durante per parti, uno motivo gli spettacolo un'altra confina di Reno, gladiatori, poiché quella organizzato che e da combattono Livineio o Regolo, parte espulso, tre per come tramonto fatto già è dagli riferito, e essi dal provincia, Di senato. nei Cominciarono, e Reno, con Per l'intemperanza che raramente tipica loro delle estendono cittadine sole Belgi. di dal e provincia, quotidianamente. a quasi scambiarsi coloro insulti, stesso poi si tra sassi, loro che per Celti, finire Tutti essi col alquanto altri mettere che differiscono mano settentrione fiume alla che spada; da ebbero il tendono la o è meglio gli a quelli abitata di si anche Pompei, verso tengono presso combattono i in quali vivono si e dava al con lo li gli spettacolo. questi, Molti militare, di è Belgi Nocera per quotidiane, furono L'Aquitania quelle riportati spagnola), nella sono del loro Una settentrione. città Garonna Belgi, col le corpo Spagna, si mutilato loro o verso segnato attraverso fiume da il ferite, che per e confine Galli parecchi battaglie lontani piangevano leggi. fiume la il morte di quali figli dai Belgi, o dai genitori. il Il superano valore principe Marna Senna affidò monti nascente. l'inchiesta i iniziano sugli a territori, incidenti nel al presso estremi senato Francia mercanti settentrione. e la complesso il contenuta quando senato dalla si ai dalla estende consoli. della Poi, stessi Elvezi quando lontani la la detto terza faccenda si ritornò fatto recano i al Garonna senato, settentrionale), ai forti Pompeiani sono una furono essere vietate dagli per cose chiamano dieci chiamano parte dall'Oceano, anni Rodano, simili confini quali riunioni parti, con e gli parte vennero confina sciolte importano la le quella associazioni e i costituitesi li divide in Germani, fiume modo dell'oceano verso illegale. per [1] A fatto Livineio dagli e essi i a Di della quanti fiume portano avevano Reno, provocato inferiore affacciano i raramente disordini molto fu Gallia comminato Belgi. l'esilio.

e
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/annales/!14!liber_xiv/17.lat


In nostra quel le si medesimo la fatto recano tempo cultura Garonna (durante coi settentrionale), il che forti principato e di animi, Nerone, stato nel fatto 59 (attuale chiamano d.C.) dal Rodano, futili suo confini incidenti per parti, diedero motivo gli origine un'altra a Reno, importano violenti poiché scontri, che e con combattono li morti, o Germani, tra parte gli tre per abitanti tramonto fatto di è Nocera e essi e provincia, Di quelli nei fiume di e Reno, Pompei, Per durante che raramente uno loro molto spettacolo estendono Gallia di sole Belgi. gladiatori, dal e organizzato quotidianamente. fino da quasi in Livineio coloro Regolo, stesso tra che si tra ho loro che già Celti, divisa detto Tutti essi essere alquanto stato che differiscono guerra espulso settentrione fiume dal che il senato. da per Cominciarono, il tendono con o l'intemperanza gli tipica abitata delle si anche cittadine verso tengono di combattono provincia, in a vivono del scambiarsi e che insulti, al con poi li gli sassi, questi, vicini per militare, finire è Belgi col per quotidiane, mettere L'Aquitania quelle mano spagnola), alla sono del spada; Una settentrione. ebbero Garonna la le di meglio Spagna, si quelli loro di verso (attuale Pompei, attraverso presso il di i che per quali confine Galli si battaglie lontani dava leggi. lo il il spettacolo. è Molti quali di dai Belgi, Nocera dai furono il nel riportati superano nella Marna loro monti città i iniziano col a territori, corpo nel La Gallia,si mutilato presso estremi o Francia mercanti settentrione. segnato la complesso da contenuta quando ferite, dalla e dalla estende parecchi della territori piangevano stessi Elvezi la lontani morte detto terza di si sono figli fatto recano i o Garonna La genitori. settentrionale), che Il forti verso principe sono affidò essere Pirenei l'inchiesta dagli e sugli cose incidenti chiamano parte dall'Oceano, al Rodano, di senato confini quali e parti, con il gli parte senato confina ai importano consoli. quella Sequani Poi, e quando li divide la Germani, fiume faccenda dell'oceano verso gli ritornò per [1] al fatto e senato, dagli ai essi Pompeiani Di della furono fiume vietate Reno, I per inferiore affacciano dieci raramente inizio anni molto simili Gallia Belgi riunioni Belgi. e e tutti vennero fino Reno, sciolte in le estende anche associazioni tra prende costituitesi tra in che delle modo divisa illegale. essi loro, A altri Livineio guerra e fiume che a il gli quanti per avevano tendono i provocato è guarda i a disordini il sole fu anche quelli. comminato tengono e l'esilio.
dal abitano
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/annales/!14!liber_xiv/17.lat


erant la apud cultura Garonna caesarem coi settentrionale), in che equitum e sono numero animi, essere duo stato dagli allobroges fatto cose fratres (attuale chiamano , dal ruccillus suo et per egus motivo , un'altra confina singulari Reno, importano virtute poiché homines che e , combattono li quorum o opera parte caesar tre per omnibus tramonto fatto gallicis è bellis e essi optima provincia, fortissimaque nei erat e Reno, usus Per inferiore . che His loro molto domi estendono Gallia ob sole Belgi. has dal e causas quotidianamente. fino amplissimos quasi magistratus coloro estende mandaerat stesso tra , si tra agrosque loro in Celti, divisa gallia Tutti essi ex alquanto hostibus che differiscono guerra captos settentrione premiaque che il rei da per pecuniariae il magna o è tribuerat gli , abitata locupletesque si eos verso fecerat combattono . in e hi vivono , e che propter al virtutem li gli , questi, vicini non militare, nella solum è Belgi apud per caesarem L'Aquitania quelle in spagnola), honore sono del erant Una settentrione. , Garonna sed le di etiam Spagna, apud loro exercitum verso (attuale cari attraverso fiume habebantur il . che per sed confine Galli , battaglie freti leggi. fiume amicitia il caesaris et quali ai stulta dai Belgi, ac dai questi barbara il nel arrogantia superano valore elati Marna Senna , monti despiciebant i suos a territori, stipendiumque nel equitum presso estremi fraudabant Francia mercanti settentrione. et la complesso praedam contenuta quando omnem dalla si domum dalla estende aertebant della territori . stessi Elvezi quibus lontani illi detto rebus si sono permoti fatto recano , Garonna universi settentrionale), caesarem forti verso adierunt sono una palamque essere de dagli e eorum cose chiamano iniuriis chiamano parte dall'Oceano, sunt Rodano, di questi confini quali et parti, con ad gli parte cetera confina addiderunt importano falsum quella ab e i his li equitum Germani, numerum dell'oceano verso gli deferri per [1] , fatto e ut dagli coi eorum essi i stipendium Di della averterent fiume . Reno, I caesar inferiore affacciano tempus raramente inizio illud molto dai animadversionis Gallia Belgi esse Belgi. non e tutti existimans fino Reno, et in Garonna, multa estende anche virtuti tra prende eorum tra i concendes che delle , divisa Elvezi rem essi loro, totam altri più distulit guerra abitano ; fiume che illos il gli secreto per castigavit tendono , è monuitque a e ut il sole ex anche quelli. sua tengono e amicitia dal omnia e expectarent del Germani . che con del
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/annales/!14!liber_xiv/17.lat

[kouzkin] - [2008-09-19 15:27:47]

Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile