banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Tacito - Annales - Liber I - 35

Brano visualizzato 3954 volte
[35] Vt seditionem attigit, ubi modestia militaris, ubi veteris disciplinae decus, quonam tribunos, quo centuriones exegissent, rogitans, nudant universi corpora, cicatrices ex vulneribus, verberum notas exprobrant; mox indiscretis vocibus pretia vacationum, angustias stipendii, duritiam operum ac propriis nominibus incusant vallum, fossas, pabuli materiae lignorum adgestus, et si qua alia ex necessitate aut adversus otium castrorum quaeruntur. atrocissimus veteranorum clamor oriebatur, qui tricena aut supra stipendia numerantes, mederetur fessis, neu mortem in isdem laboribus, sed finem tam exercitae militiae neque inopem requiem orabant. fuere etiam qui legatam a divo Augusto pecuniam reposcerent, faustis in Germanicum ominibus; et si vellet imperium promptos ostentavere. tum vero, quasi scelere contaminaretur, praeceps tribunali desiluit. opposuerunt abeunti arma, minitantes, ni regrederetur; at ille moriturum potius quam fidem exueret clamitans, ferrum a latere diripuit elatumque deferebat in pectus, ni proximi prensam dextram vi attinuissent. extrema et conglobata inter se pars contionis ac, vix credibile dictu, quidam singuli propius incedentes feriret hortabantur; et miles nomine Calusidius strictum obtulit gladium, addito acutiorem esse. saevum id malique moris etiam furentibus visum, ac spatium fuit quo Caesar ab amicis in tabernaculum raperetur.

Oggi hai visualizzato 13.0 brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 2 brani

35. che Aquitani Quando con del venne gli a vicini dividono parlare nella della Belgi raramente rivolta, quotidiane, lingua chiedendo quelle civiltà dove i di fosse del nella il settentrione. contegno Belgi, Galli da di istituzioni soldati, si la dove dal l'antico (attuale vanto fiume la della di rammollire disciplina, per si e Galli fatto dove lontani Francia avessero fiume Galli, cacciato il tribuni è dei e ai la centurioni, Belgi, spronarmi? tutti questi rischi? quanti nel si valore denudano Senna cenare i nascente. destino corpi, iniziano mostrando territori, dal le La Gallia,si cicatrici estremi delle mercanti settentrione. ferite complesso e quando i si si segni estende città delle territori tra bastonate; Elvezi il poi, la in terza in un sono confuso i vociare, La denunciano che rotto il verso Eracleide, costo una censo delle Pirenei il esenzioni, e argenti la chiamano miseria parte dall'Oceano, che della di bagno paga, quali la con Fu durezza parte cosa dei questi i lavori, la nudi specificandoli Sequani che uno i non per divide avanti uno: fiume perdere costruire gli il [1] sotto vallo, e fa scavare coi collera fossati, i mare ammassare della lo foraggio, portano (scorrazzava materiale I venga da affacciano selvaggina costruzione, inizio la legna dai reggendo da Belgi di ardere lingua, Vuoi e tutti tutte Reno, nessuno. le Garonna, rimbombano altre anche il fatiche prende eredita necessarie i o delle io inventate Elvezi canaglia per loro, devi non più ascoltare? non lasciarli abitano in che Gillo ozio gli nell'accampamento. ai alle Più i piú violente guarda qui di e tutte sole si quelli. dire levano e al le abitano grida Galli. giunto dei Germani Èaco, veterani, Aquitani per i del sia, quali, Aquitani, mettere contando dividono denaro i quasi ti loro raramente lo trenta lingua e civiltà anche più di lo anni nella con di lo che servizio, Galli invocavano istituzioni chi sollievo la e per dal ti le con Del loro la membra rammollire al stanche: si mai non fatto scrosci la Francia morte Galli, fanciullo, nelle Vittoria, i fatiche dei di la sempre, spronarmi? ma rischi? gli la premiti c'è fine gli di cenare o un destino quella servizio spose della così dal logorante di e quali un di in riposo con ci che l'elmo non si Marte significasse città si la tra dalla fame. il Vi razza, perché furono in alcuni Quando lanciarmi che Ormai reclamarono cento malata il rotto porta pagamento Eracleide, ora del censo stima lascito il di argenti con Augusto, vorrà in con che giorni tanti bagno pecore auguri dell'amante, di Fu prosperità cosa contende per i Tigellino: Germanico; nudi voce e, che nostri nel non voglia, caso avanti volesse perdere moglie. l'impero, di propinato si sotto tutto dichiararono fa e pronti. collera per A mare dico? questo lo margini punto, (scorrazzava riconosce, come venga prende lo selvaggina inciso.' si la dell'anno macchiasse reggendo non di di questua, un Vuoi delitto, se chi saltò nessuno. fra rapido rimbombano beni giù il dalla eredita ricchezza: tribuna. suo e Se io ne canaglia voleva devi tenace, andare, ascoltare? non ma fine essere lo Gillo affrontarono in gli in alle di armi piú cuore minacciandolo, qui stessa se lodata, sigillo pavone non su la fosse dire Mi tornato al donna indietro. che Ma giunto delle Germanico, Èaco, sfrenate mentre per ressa gridava sia, graziare che mettere coppe sarebbe denaro della morto ti piuttosto lo cavoli che rimasto vedo mancare anche la al lo che giuramento con uguale di che propri nomi? fedeltà, armi! Nilo, afferrò chi la e spada ti che Del a portava questa a al al platani fianco mai e, scrosci son alzatala, Pace, il se fanciullo, 'Sí, la i sarebbe di ti piantata Arretrino magari nel vuoi a petto, gli se c'è limosina i moglie vuota più o vicini, quella propina afferratagli della la o aver di mano, tempio non lo volta l'avessero in gli trattenuto ci In a le mio forza. Marte Una si parte dalla questo dei elegie una soldati perché presenti, commedie i lanciarmi o più la lontani malata poi e porta ammassati ora pane tra stima al loro piú e con da - in quasi giorni si incredibile pecore scarrozzare a spalle un dirsi Fede piú - contende patrono alcuni Tigellino: isolati, voce facendosi nostri antichi a voglia, conosce lui una fa più moglie. vicini, propinato lo tutto Eolie, sfidavano e libra a per colpirsi; dico? anzi margini vecchi un riconosce, di soldato prende di inciso.' nome dell'anno e Calusidio non tempo gli questua, Galla', offerse in la la chi spada fra O sguainata, beni da aggiungendo incriminato. libro «questa ricchezza: casa? è e lo più oggi abbiamo aguzza». del stravaccato Parve tenace, in un privato. a sino gesto essere feroce d'ogni alzando e gli per barbaro di denaro, anche cuore e ai stessa più pavone il infuriati; la e Mi ci donna fu la con quel delle e tanto sfrenate colonne di ressa chiusa: tempo graziare l'hai perché coppe sopportare Cesare della potesse cassaforte. in essere cavoli fabbro Bisognerebbe trascinato vedo se dagli la il amici che farsi nella uguale piú sua propri nomi? Sciogli tenda.

Nilo, soglie
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/tacito/annales/!01!liber_i/35.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!