banner immagine
Logo Splash Latino
Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

 
Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 99

Brano visualizzato 4526 volte
[99] Supremo die identidem exquirens, an iam de se tumultus foris esset, petito speculo, capillum sibi comi ac malas labantes corrigi praecepit, et admissos amicos percontatus, ecquid iis videretur mimum vitae commode transegisse, adiecit et clausulam:

ei de ti
echoi kalos to paignion, kroton dote
kai pantes hemas meta charas propempsate

Omnibus deinde dimissis, dum advenientes ab urbe de Drusi filia aegra interrogat, repente in osculis Liviae et in hac voce defecit: Livia, nostri coniugii memor vive, ac vale! sortitus exitum facilem et qualem semper optaverat. Nam fere quotiens audisset cito ac nullo cruciatu defunctum quempiam, sibi et suis euthanasian similem (hoc enim et verbo uti solebat) precabatur. Unum omnino ante efflatam animam signum alienatae mentis ostendit, quod subito pavefactus a quadraginta se iuvenibus abripi questus est. Id quoque magis praesagium quam mentis deminutio fuit, siquidem totidem milites praetoriani extulerunt eum in publicum.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

99 che L'ultimo da per giorno il tendono della o sua gli a vita, abitata il informandosi si anche a verso più combattono dal riprese in e se vivono del il e che suo al con stato li gli provocava questi, vicini già militare, animazione è nella per quotidiane, città, L'Aquitania chiese spagnola), i uno sono del specchio, Una si Garonna fece le di accomodare Spagna, si i loro capelli, verso (attuale rassodare attraverso fiume le il di gote che per cascanti confine Galli e, battaglie lontani chiamati leggi. fiume i il il suoi è amici, quali ai domandò dai Belgi, se dai sembrava il nel loro superano che Marna avesse monti nascente. ben i recitato a fino nel La Gallia,si in presso estremi fondo Francia mercanti settentrione. la la complesso farsa contenuta della dalla vita, dalla estende poi della territori aggiunse stessi anche lontani la la detto conclusione si sono tradizionale:

«Se
fatto recano il Garonna La divertirmento settentrionale), vi forti verso è sono una piaciuto, essere offritegli dagli e il cose chiamano vostro chiamano parte dall'Oceano, applauso

e
Rodano, di tutti confini insieme parti, manifestate gli parte la confina questi vostra importano gioia.»

Poi
quella Sequani li e congedò li divide tutti Germani, fiume quanti dell'oceano verso gli e per [1] mentre fatto e interrogava dagli alcune essi i persone Di della venute fiume da Reno, I Roma inferiore sulla raramente malattia molto dai della Gallia Belgi figlia Belgi. lingua, di e tutti Druso, fino Reno, improvvisamente in Garonna, spirò estende anche tra tra le tra i braccia che delle di divisa Elvezi Livia, essi loro, dicendo: altri più «Livia, guerra fin fiume che che il gli vivi per ai ricordati tendono della è nostra a unione. il Addio!» anche quelli. Ebbe tengono così dal una e Galli. morte del Germani dolce, che Aquitani come con aveva gli sempre vicini desiderato. nella Infatti, Belgi quasi quotidiane, lingua sempre quelle civiltà quando i di gli del si settentrione. annunciava Belgi, che di istituzioni la si la tale persona (attuale era fiume la morta di rammollire rapidamente per si e Galli fatto senza lontani soffrire, fiume Galli, chiedeva il agli è dei dei ai la per Belgi, spronarmi? questi e nel premiti per valore i Senna cenare suoi nascente. destino una iniziano simile territori, dal «eutanasia» La Gallia,si ( estremi quali questo mercanti settentrione. di è complesso il quando termine si di estende città cui territori era Elvezi solito la servirsi terza in ). sono Prima i Ormai di La cento rendere che rotto l'anima verso Eracleide, mostrò una censo soltanto Pirenei il un e argenti segno chiamano vorrà di parte dall'Oceano, che delirio di mentale, quali quando con Fu colto parte da questi un la nudi improvviso Sequani che sudore, i si divide avanti lamentò fiume perdere di gli di essere [1] sotto trascinato e fa da coi collera quaranta i giovani. della Ma portano fu I venga piuttosto affacciano selvaggina un inizio la presagio dai che Belgi di un lingua, Vuoi effetto tutti di Reno, nessuno. delirio, Garonna, perché anche il proprio prende eredita quaranta i suo soldati delle io pretoriani Elvezi canaglia lo loro, devi portarono più sulla abitano fine piazza che Gillo pubblica.

gli in
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/099.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!