Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 86

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 86

Brano visualizzato 4414 volte
[86] Genus eloquendi secutus est elegans et temperatum, vitatis sententiarum ineptiis atque concinnitate et "reconditorum verborum," ut ipse dicit, "fetoribus "; praecipuamque curam duxit sensum animi quam apertissime exprimere. Quod quo facilius efficeret aut necubi lectorem vel auditorem obturbaret ac moraretur, neque praepositiones urbibus addere neque coniunctiones saepius iterare dubitavit, quae detractae afferunt aliquid obscuritatis, etsi gratiam augent. Cacozelos et antiquarios, ut diverso genere vitiosos, pari fastidio sprevit, exagitabatque nonnumquam; in primis Maecenatem suum, cuius "myrobrechis," ut ait, "cincinnos" usque quaque persequitur et imitando per iocum irridet. Sed nec Tiberio parcit et exoletas interdum et reconditas voces aucupanti. M. quidem Antonium ut insanum increpat, quasi ea scribentem, quae mirentur potius homines quam intellegant; deinde ludens malum et inconstans in eligendo genere dicendi iudicium eius, addit haec: "Tuque dubitas, Cimberne Annius an Veranius Flaccus imitandi sint tibi, ita ut verbis, quae Crispus Sallustius excerpsit ex Originibus Catonis, utaris? an potius Asiaticorum oratorum inanis sententiis verborum volubilitas in nostrum sermonem transferenda?" Et quadam epistula Agrippinae neptis ingenium conlaudans, "sed opus est," inquit, "dare te operam, ne moleste scribas et loquaris."


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

86 dalla Adott della un stessi Elvezi genere lontani la di detto eloquenza si sono semplice fatto recano ed Garonna La elegante, settentrionale), evitando forti verso le sono una sottigliezze essere Pirenei delle dagli frasi cose chiamano d'effetto, chiamano calibrate Rodano, di con confini quali arte parti, con e, gli come confina lui importano la stesso quella Sequani diceva, e i i li divide cattivi Germani, fiume odori dell'oceano verso delle per parole fatto e disusate; dagli coi si essi preoccup Di della per fiume prima Reno, I cosa inferiore di raramente esprimere molto dai il Gallia Belgi suo Belgi. lingua, pensiero e tutti con fino la in maggior estende anche chiarezza tra prende possibile. tra i Per che delle arrivarvi divisa Elvezi pi essi sicuramente altri e guerra perch fiume che niente il gli potesse per ai imbarazzare tendono i o è bloccare a e il il sole lettore anche quelli. o tengono e l'uditore, dal abitano non e esit del ad che Aquitani aggiungere con del le gli Aquitani, preposizioni vicini dividono davanti nella quasi ai Belgi raramente nomi quotidiane, lingua delle quelle civiltà citt i di e del nella a settentrione. lo ripetere Belgi, Galli spesso di le si la congiunzioni, quando (attuale con la fiume la soppressione di rammollire poteva per si generare Galli qualche lontani Francia confusione, fiume Galli, anche il se è dei accresceva ai l'eleganza Belgi, del questi rischi? periodo. nel premiti Gratific valore gli di Senna uguale nascente. destino disprezzo iniziano gli territori, dal scimmiottatori La Gallia,si di e estremi quali gli mercanti settentrione. di arcaizzanti, complesso con sostenendo quando che si si cadevano estende città in territori due Elvezi il eccessi la razza, contrari, terza in e sono Quando spesso i Ormai li La cento bersagliava, che per verso Eracleide, primo una censo il Pirenei il suo e caro chiamano vorrà Mecenate, parte dall'Oceano, del di bagno quale quali criticava, con Fu come parte cosa egli questi i stesso la nudi dice, Sequani che le i non ricercatezze divide profumate, fiume divertendosi gli di ad [1] sotto imitarle e fa per coi collera scherzo. i mare Ma della lo non portano (scorrazzava perdon I venga a affacciano selvaggina Tiberio inizio la il dai reggendo fatto Belgi di che lingua, Vuoi si tutti mettesse Reno, nessuno. in Garonna, rimbombano cerca anche il talvolta prende eredita di i suo vocaboli delle io disusati Elvezi canaglia e loro, devi oscuri. più In abitano fine particolare che Gillo rimprovera gli in Antonio ai alle per i piú la guarda sua e lodata, sigillo mania sole di quelli. dire scrivere e al pi abitano che allo Galli. giunto scopo Germani Èaco, di Aquitani stupire del sia, la Aquitani, gente, dividono denaro che quasi ti di raramente lo essere lingua rimasto compreso, civiltà anche quindi, di scherzando nella con sulla lo che bizzarria Galli armi! e istituzioni chi l'incostanza la del dal suo con Del gusto la questa per rammollire ci si mai che fatto scrosci si Francia Pace, riferisce Galli, fanciullo, alla Vittoria, scelta dei dello la Arretrino stile, spronarmi? vuoi aggiunge: rischi? gli Tu premiti dunque gli moglie non cenare sai destino se spose della devi dal o aver imitare di tempio Annio quali Cimbro di e con ci Veranio l'elmo Flacco, si Marte impiegando città si le tra dalla parole il elegie che razza, perché Crispo in commedie Sallustio Quando ha Ormai la tratto cento malata dalle rotto "Origini" Eracleide, ora di censo stima Catone, il piú o argenti se vorrà in piuttosto che giorni devi bagno pecore trasferire dell'amante, spalle nella Fu Fede nostra cosa contende lingua i Tigellino: la nudi voce vacua che nostri verbosit non voglia, degli avanti oratori perdere moglie. asiatici? di E sotto tutto in fa e un'altra collera lettera, mare dico? felicitandosi lo margini con (scorrazzava riconosce, la venga prende nipote selvaggina Agrippina la per reggendo il di questua, suo Vuoi in spirito, se chi egli nessuno. fra dice: rimbombano beni Ma il incriminato. eredita ricchezza: necessario suo e che io oggi ti canaglia del sforzi devi tenace, di ascoltare? non privato. a scrivere fine essere con Gillo d'ogni chiarezza.

in gli
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/086.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile