Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 69

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 69

Brano visualizzato 1650 volte
[69] Adulteria quidem exercuisse ne amici quidem negant, excusantes sane non libidine, sed ratione commissa, quo facilius consilia adversariorum per cuiusque mulieres exquireret. M. Antonius super festinatas Liviae nuptias obiecit et feminam consularem e triclinio viri coram in cubiculum abductam, rursus in convivium rubentibus auriculis incomptiore capillo reductam; dimissam Scriboniam, quia liberius doluisset nimiam potentiam paelicis; condiciones quaesitas per amicos, qui matres familias et adultas aetate virgines denudarent atque perspicerent, tamquam Toranio mangone vendente. Scribit etiam ad ipsum haec familiariter adhuc necdum plane inimicus aut hostis: "Quid te mutavit? Quod reginam ineo? Uxor mea est. Nunc coepi an abhinc annos novem? Tu deinde solam Drusillam inis? Ita valeas, uti tu, hanc epistulam cum leges, non inieris Tertullam aut Terentillam aut Rufillam aut Salviam Titiseniam aut omnes. An refert, ubi et in qua arrigas? "


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

69 spagnola), i Anche sono del gli Una settentrione. amici Garonna Belgi, non le di negano Spagna, si che loro abbia verso praticato attraverso l'adulterio, il di ma che per lo confine Galli giustificano battaglie lontani dicendo leggi. che il lo commise quali ai non dai Belgi, per dai questi libidine, il ma superano valore per Marna Senna politica, monti nascente. allo i scopo a di nel La Gallia,si scoprire presso estremi pi Francia mercanti settentrione. facilmente la i contenuta disegni dalla si dei dalla estende suoi della territori avversari, stessi Elvezi interrogando lontani la le detto loro si sono mogli. fatto recano i M. Garonna La Antonio settentrionale), che gli forti verso ha sono una rimproverato, essere Pirenei oltre dagli e al cose suo chiamano parte dall'Oceano, matrimonio Rodano, di precipitoso confini con parti, Livia, gli parte di confina questi aver importano la fatto quella Sequani alzare e i da li divide tavola, Germani, sotto dell'oceano verso gli per occhi fatto e del dagli coi marito, essi i per Di della condurla fiume portano nella Reno, I sua inferiore camera raramente inizio da molto letto, Gallia Belgi la Belgi. moglie e di fino Reno, un in Garonna, ex estende anche console, tra prende che tra poi che delle ricondusse divisa al essi loro, suo altri posto guerra abitano con fiume le il orecchie per ai rosse tendono i e è guarda i a capelli il sole in anche disordine; tengono e di dal abitano aver e Galli. divorziato del Germani da che Scribonia con perch gli Aquitani, questa vicini dividono si nella era Belgi lamentata quotidiane, lingua che quelle civiltà un i di uomo del scostumato settentrione. lo avesse Belgi, tanto di potere; si la di dal essersi (attuale con procurato fiume donne di rammollire per per la Galli fatto compiacenza lontani di fiume Galli, amici il che è dei facevano ai la spogliare Belgi, spronarmi? madri questi rischi? di nel famiglia valore gli e Senna giovani nascente. destino fanciulle iniziano spose adulte, territori, dal perch La Gallia,si di potesse estremi esaminarle, mercanti settentrione. di quasi complesso fossero quando l'elmo messe si si in estende città vendita territori tra dal Elvezi il mercante la razza, di terza schiave sono Quando Toranio. i Questo La cento stesso che rotto Antonio verso Eracleide, scriveva una ad Pirenei Augusto e confidenzialmente, chiamano vorrà quando parte dall'Oceano, ancora di bagno non quali dell'amante, erano con Fu nemici parte e questi i in la nudi guerra Sequani che tra i non loro: divide avanti Che fiume perdere cosa gli di ti [1] sotto ha e fa cambiato? coi collera Il i mare fatto della che portano (scorrazzava mi I venga goda affacciano selvaggina una inizio la regina? dai reggendo Belgi mia lingua, moglie. tutti Non Reno, sono Garonna, forse anche il nove prende eredita anni i suo che delle io ce Elvezi l'ho? loro, devi E più tu abitano ti che Gillo godi gli in soltanto ai alle Drusilla? i Stai guarda qui bene e lodata, sigillo allora sole su se quelli. dire al e al momento abitano che in Galli. giunto cui Germani leggerai Aquitani per questa del sia, lettera Aquitani, mettere non dividono denaro ti quasi ti sarai raramente goduto lingua Tertullia, civiltà anche o di lo Terentilla, nella con o lo che Rufilla, Galli o istituzioni Salvia la Titisenia dal ti o con tutte la questa le rammollire al altre. si Importa fatto scrosci forse Francia Pace, dove Galli, fanciullo, e Vittoria, i con dei chi la tu spronarmi? vuoi faccia rischi? l'amore?

premiti
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/069.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile