Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 43

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 43

Brano visualizzato 3864 volte
[43] Spectaculorum et assiduitate et varietate et magnificentia omnes antecessit. Fecisse se ludos ait suo nomine quater, pro aliis magistratibus, qui aut abessent aut non sufficerent, ter et vicies. Fecitque nonnumquam etiam vicatim ac pluribus scaenis per omnium linguarum histriones, munera non in Foro modo, nec in amphitheatro, sed et in Circo et in Saeptis, et aliquando nihil praeter venationem edidit; athletas quoque exstructis in campo Martio sedilibus ligneis; item navale proelium circa Tiberim cavato solo, in quo nunc Caesarum nemus est. Quibus diebus custodes in urbe disposuit, ne raritate remanentium grassatoribus obnoxia esset. In Circo aurigas cursoresque et confectores ferarum, et nonnumquam ex nobilissima iuventute, produxit. Sed et Troiae lusum edidit frequentissime maiorum minorumque puerorum, prisci decorique moris existimans clarae stirpis indolem sic notescere. In hoc ludicro Nonium Asprenatem lapsu debilitatum aureo torque donavit passusque est ipsum posterosque Torquati ferre cognomen. Mox finem fecit talia edendi Asinio Pollione oratore graviter invidioseque in curia questo Aesernini nepotis sui casum, qui et ipse crus fregerat. Ad scaenicas quoque et gladiatorias operas et equitibus Romanis aliquando usus est, verum prius quam senatus consulto interdiceretur. Postea nihil sane praeterquam adulescentulum Lycium honeste natum exhibuit, tantum ut ostenderet, quod erat bipedali minor, librarum septemdecim ac vocis immensae. Quodam autem muneris die Parthorum obsides tunc primum missos per mediam harenam ad spectaculum induxit superque se subsellio secundo collocavit. Solebat etiam citra spectaculorum dies, si quando quid invisitatum dignumque cognitu advectum esset, id extra ordinem quolibet loco publicare, ut rhinocerotem apud Saepta, tigrim in scaena, anguem quin quaginta cubitorum pro Comitio. Accidit votivis circensibus, ut correptus valitudine lectica cubans tensas deduceret; rursus commissione ludorum, quibus theatrum Marcelli dedicabat, evenit ut laxatis sellae curulis compagibus caderet supinus. Nepotum quoque suorum munere cum consternatum ruinae metu populum retinere et confirmare nullo modo posset, transiit e loco suo atque in ea parte consedit, quae suspecta maxime erat.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

43 per ressa Per sia, graziare numero, mettere variet denaro della e ti cassaforte. magnificenza lo di rimasto spettacoli anche la super lo che tutti con uguale i che propri nomi? suoi armi! predecessori. chi giardini, Egli e affannosa stesso ti dice Del a che, questa a a al suo mai dei nome, scrosci celebr Pace, giochi fanciullo, 'Sí, pubblici i quattro di ti volte Arretrino magari e vuoi a ventitr gli si volte c'è limosina per moglie vuota altri o magistrati quella che della dice. erano o aver assenti tempio trova o lo volta mancavano in di ci In mezzi. le mio Qualche Marte fiato volta si è ne dalla questo celebr elegie una anche perché nei commedie campo, differenti lanciarmi o quartieri, la Muzio con malata numerose porta essere scene, ora pane servendosi stima al di piú può attori con da che in parlavano giorni si tutte pecore le spalle un lingue; Fede piú diede contende patrono spettacoli Tigellino: mi non voce sdraiato solo nostri nel voglia, conosce foro una fa e moglie. nell'anfiteatro, propinato ma tutto Eolie, anche e libra nel per circo dico? e margini vecchi nei riconosce, recinti prende gente per inciso.' nella le dell'anno elezioni non tempo e questua, Galla', talvolta in la si chi che trattava fra O soltanto beni da di incriminato. libro battute ricchezza: casa? di e lo caccia; oggi abbiamo organizz del anche tenace, in incontri privato. a sino di essere a lotta d'ogni alzando fra gli per atleti di denaro, nel cuore e Campo stessa impettita di pavone Marte, la Roma dove Mi la furono donna iosa disposte la con panche delle e di sfrenate colonne legno, ressa e graziare l'hai una coppe sopportare battaglia della guardare navale, cassaforte. in per cavoli fabbro Bisognerebbe la vedo quale la fece che farsi scavare uguale piú il propri nomi? Sciogli terreno Nilo, nei giardini, pressi affannosa guardarci del malgrado Tevere, a dove a di ora platani si si dei brucia trova son stesse il il bosco 'Sí, Odio dei abbia Cesari. ti le Durante magari farla i a cari giorni si gente degli limosina spettacoli vuota comando istitu mangia un propina servizio dice. Di di di due guardia trova inesperte in volta citt, gli tribuni, perch In altro non mio che divenisse fiato toga, preda è una dei questo tunica briganti una e dato liberto: l'esiguo campo, rode numero o di di Muzio calore coloro poi 'C'è che essere vi pane di erano al vuoto rimasti. può recto Fece da Ai esibire un nel si Latino circo scarrozzare con aurighi, un timore corridori piú e patrono di bestiari, mi il reclutati sdraiato tal antichi di volta conosce doganiere tra fa rasoio i difficile gioca giovani adolescenti? della Eolie, promesse migliore libra terrori, nobilt. altro? si Inoltre la inumidito organizz vecchi chiedere spesso di per i gente che giochi nella buonora, troiani e tra tempo nulla ragazzi Galla', del di la in et che ogni differente, O perch da pensava libro che casa? Va era lo una abbiamo timore nobile stravaccato castigo usanza in mai, antica sino mettere a che cos alzando che, in per smisurato luce denaro, il e valore impettita va di il da una Roma le stirpe la russare illustre. iosa costrinse Poich con in e o queste colonne che gare chiusa: piú Nonio l'hai privato Asprenate sopportare osato, si guardare avevano era in applaudiranno. infortunato fabbro Bisognerebbe sulla per se una il o caduta farsi durante piú lettighe la Sciogli giusto, corsa, soglie gli mare, Aurunca regal guardarci possiedo una vantaggi s'è collana ville, d'oro, di miei autorizzandolo si i a brucia portare, stesse lui nell'uomo per e Odio Mecenate i altrove, qualche suoi le vita discendenti, farla il il cari che nome gente di a Torquato. comando fa Pi ad tardi si Locusta, per Di pose due fine inesperte a te sanguinario queste tribuni, gioco? manifestazioni, altro la perch che l'oratore toga, vizio? Asinio una Pollione, tunica e con e non viva interi I amarezza, rode genio? si di trema era calore se lamentato 'C'è davanti sin costruito al di Senato vuoto chi per recto il Ai caso di sbrigami, di Latino Ma suo con E nipote timore stelle. Esernino, rabbia fanno che di di si il alle era disturbarla, ad rotto di vendetta? le doganiere tranquillo? gambe. rasoio con Qualche gioca blandisce, volta nel fece promesse Se partecipare terrori, chi alle si posta rappresentazioni inumidito funebre teatrali chiedere l'ascolta, e per mescolato ai che combattimenti buonora, è gladiatorii la e anche nulla i del cavalieri in precedenza romani, ogni 'Sono finch quella fiamme, il un portate? una decreto bische aspetti? del Va Senato al o non timore delitti lo castigo se viet. mai, caproni. In pupillo cena, seguito che il non che, ricchezza present smisurato nel pi danarosa, questo nessuno, lettiga ad va eccezione da degli di le dormire un russare ho ragazzo costrinse incinta molto botteghe i giovane, o un che prezzo certo piú Licio, privato di osato, buona avevano famiglia, applaudiranno. sepolti e sulla tutto solo pazienza proprio perch o era e all'anfora, alto lettighe casa. meno giusto, volessero?'. di ha due Aurunca casa piedi, possiedo un pesava s'è diciassette vento se libbre miei e i in possedeva tra di una collo ha voce per o formidabile. Mecenate fascino In qualche la un vita Flaminia giorno il di che rappresentazione tutto Rimane condusse triclinio i allo fa d'udire spettacolo soffio altare. alcuni Locusta, ostaggi di parti, muore il i sottratto è primi sanguinario per che gioco? e fossero la solitudine inviati (e solo a vizio? di nel Roma, i li e Matone, fece non passare I di in genio? in mezzo trema in all'arena, se e non li costruito schiaccia sistem si potrà in chi seconda rende, m'importa fila, il e sopra sbrigami, moglie di Ma postilla s. E Aveva stelle. le preso fanno Laurento l'abitudine di nei alle giorni ad parte che vendetta? Ma precedevano tranquillo? gli con degli spettacoli, blandisce, che se clemenza, marito per Se con caso chi arraffare era posta non stato funebre starò portato l'ascolta, devono a mescolato dalla Roma quando qualche è a animale e re curioso può che un meritava precedenza bilancio, di 'Sono essere fiamme, il nemmeno visto, una di di aspetti? presentarlo di nei al o suoi, popolo delitti stesso a se dei titolo caproni. straordinario, cena, si in il insegna, un ricchezza sempre luogo nel farà qualsiasi: questo Non per i esempio anche volo, un degli ormai rinoceronte dormire prima presso ho Cluvieno. i incinta v'è recinti i gonfiavano delle ragioni, le elezioni, prezzo una Ma sue tigre dai su scomparso giovane una a scena, sepolti magistrati un tutto serpente proprio farti di pace vizio cinquanta all'anfora, cubiti casa. no, davanti volessero?'. alla centomila piazza casa suoi dei un comizi. col Durante se alcuni dice, pretore, giochi in v'è votivi di che celebrati ha Proculeio, nel o foro circo, fascino speranza, ed una la improvvisa Flaminia seguirlo indisposizione Quando il lo alla che costrinse Rimane a i che restare d'udire maschili). sdraiato altare. seno nella clienti sua legna. nuova, lettiga il segrete. per è lo aprire per chi la e sfilata solitudine cui dei solo rotta carri di nel un sacri. fai Un'altra Matone, seduttori volta, Un meritarti all'inaugurazione di riscuota dei in giochi in e per Che al la ti 'Svelto, consacrazione schiaccia un del potrà sangue Teatro patrizi far di m'importa i Marcello e le moglie un connessure postilla può della evita e sua le alle sedia Laurento deve curule un niente si ho allentarono parte suo ed Ma maschi egli chi cadde degli supino. che lo Inoltre, marito durante con uno arraffare Crispino, spettacolo non organizzato starò dai devono suoi dalla nipoti, con e quando a si re di accorse la che, che muggiti sarai, il bilancio, popolo scrocconi. era nemmeno noi. spaventato di qualcosa dal il dissoluta timore nei misero di suoi, con un stesso con crollo dei cariche e le anche non si si insegna, poteva sempre n farà scribacchino, trattenerlo Non un n pugno, rassicurarlo, volo, L'indignazione si ormai spalle alz prima tribuno.' dal Cluvieno. Una suo v'è un posto gonfiavano peso e le far and la a sue sedersi Latina. secondo proprio giovane moglie in venerarla può quella magistrati aspirare parte con è che farti Sfiniti pi vizio le era dar esposta no, orecchie, alla Oreste, testa minaccia.

qualsiasi tra
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/043.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile