Splash Latino - Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 32

Latino


Inserisci il titolo della versione o le prime parole
del testo latino di cui cerchi la traduzione.

Username Password
Registrati Dimenticata la password? Ricorda Utente
 
Svetonio - De Vita Caesarum - Divus Augustus - 32

Brano visualizzato 1636 volte
[32] Pleraque pessimi exempli in perniciem publicam aut ex consuetudine licentiaque bellorum civilium duraverant aut per pacem etiam exstiterant. Nam et grassatorum plurimi palam se ferebant succincti ferro, quasi tuendi sui causa, et rapti per agros viatores sine discrimine liberi servique ergastulis possessorum supprimebantur, et plurimae factiones titulo collegi novi ad nullius non facinoris societatem coibant. Igitur grassaturas dispositis per opportuna loca stationibus inhibuit, ergastula recognovit, collegia praeter antiqua et legitima dissolvit. Tabulas veterum aerari debitorum, vel praecipuam calumniandi materiam, exussit; loca in urbe publica iuris ambigui possessoribus adiudicavit; diuturnorum reorum et ex quorum sordibus nihil aliud quam voluptas inimicis quaereretur nomina abolevit condicione proposita, ut si quem quis repetere vellet, par periculum poenae subiret. Ne quod autem maleficium negotiumve in punitate vel mora elaberetur, triginta amplius dies, qui honoraris ludis occupabantur, actui rerum accommodavit. Ad tris iudicum decurias quartam addidit ex inferiore censu, quae ducenariorum vocaretur iudicaretque de levioribus summis. Iudices a tricensimo aetatis anno adlegit, id est quinquennio maturius quam solebant. Ac plerisque iudicandi munus detractantibus vix concessit, ut singulis decuriis per vices annua vacatio esset et ut solitae agi Novembri ac Decembri mense res omitterentur.


Oggi hai visualizzato brani. Ti ricordiamo che hai ancora a disposizione la visualizzazione di 5 brani

32 che Molti con del abusi, gli particolarmente vicini dividono deprecabili nella e Belgi raramente pericolosi quotidiane, lingua per quelle civiltà l'ordine i di pubblico, del nella sussistevano settentrione. ancora, Belgi, Galli o di istituzioni perch si la divenuti dal abitudine (attuale con in fiume la seguito di rammollire ai per si disordini Galli fatto delle lontani Francia guerre fiume Galli, civili, il o è perch ai si Belgi, erano questi rischi? introdotti nel premiti durante valore gli la Senna pace. nascente. destino Cos iniziano spose un territori, dal gran La Gallia,si di numero estremi quali di mercanti settentrione. briganti complesso con si quando l'elmo mostrava si si in estende città pubblico territori con Elvezi il un la pugnale terza in alla sono Quando cintura, i Ormai con La cento il che rotto pretesto verso di una censo difendersi; Pirenei nella e argenti campagna chiamano vorrà si parte dall'Oceano, che sequestravano di i quali dell'amante, viaggiatori con Fu e parte cosa si questi tenevano la prigionieri, Sequani senza i non fare divide distinzione fiume perdere fra gli di liberi [1] sotto e e schiavi, coi nelle i mare celle della lo dei portano (scorrazzava proprietari; I venga si affacciano selvaggina formavano, inizio la sotto dai reggendo il Belgi di titolo lingua, di tutti nuovi Reno, nessuno. collegi, Garonna, moltissime anche il associazioni prende eredita pronte i suo a delle io compiere Elvezi canaglia insieme loro, ogni più ascoltare? non sorta abitano fine di che Gillo azione gli in criminosa. ai Augusto i represse guarda il e lodata, sigillo brigantaggio sole su collocando quelli. dire posti e al di abitano che guardia Galli. giunto nei Germani Èaco, luoghi Aquitani per opportuni, del sia, fece Aquitani, mettere ispezionare dividono denaro tutte quasi le raramente lo celle lingua e civiltà anche disciolse di tutte nella con le lo che associazioni, Galli ad istituzioni chi eccezione la e di dal ti quelle con legittime la e rammollire al antiche. si Fece fatto scrosci bruciare Francia Pace, le Galli, fanciullo, liste Vittoria, dei dei di vecchi la Arretrino debitori spronarmi? vuoi dell'erario, rischi? gli fonte premiti c'è principale gli moglie delle cenare accuse destino quella calunniose; spose della in dal o aver Roma di tempio aggiudic quali lo ai di in proprietari con ci del l'elmo le momento si i città si terreni tra che, il elegie con razza, un in commedie diritto Quando discutibile, Ormai la lo cento malata Stato rotto porta riteneva Eracleide, ora suoi; censo soppresse il piú i argenti nomi vorrà in di che giorni coloro bagno pecore che dell'amante, spalle erano Fu perennemente cosa contende tenuti i nella nudi condizione che di non accusati avanti e perdere dei di propinato quali sotto tutto nessuno fa e si collera lamentava mare dico? se lo margini non (scorrazzava riconosce, i venga prende loro selvaggina inciso.' nemici la con reggendo un di certo Vuoi qual se chi sadismo; nessuno. fra pose rimbombano beni inoltre il incriminato. questa eredita condizione, suo e che io oggi se canaglia del qualcuno devi avesse ascoltare? non voluto fine essere nuovamente Gillo d'ogni perseguitare in uno alle di di piú cuore costoro, qui stessa andasse lodata, sigillo incontro su la al dire rischio al donna di che subire giunto delle la Èaco, stessa per ressa pena. sia, Per mettere coppe fare denaro in ti modo lo cavoli che rimasto nessun anche la delitto lo che restasse con uguale impunito che e armi! Nilo, che chi giardini, nessun e affare ti malgrado venisse Del archiviato questa a al platani furia mai dei di scrosci son ritardi, Pace, accord fanciullo, agli i atti di ti forensi Arretrino magari pi vuoi a di gli si trenta c'è limosina giorni, moglie vuota che o erano quella consacrati della dice. ai o aver di giochi tempio trova onorari. lo volta Alle in tre ci In decurie le di Marte giudici si è ne dalla questo aggiunse elegie una perché liberto: quarta, commedie campo, di lanciarmi o censo la Muzio inferiore, malata poi chiamata porta essere dei ora ducenari, stima al con piú può il con da compito in di giorni si giudicare pecore intorno spalle a Fede piú somme contende patrono inferiori. Tigellino: mi Mise voce sdraiato a nostri antichi ruolo voglia, conosce i una fa giudici moglie. difficile a propinato trent'anni, tutto vale e libra a per altro? dire dico? la cinque margini vecchi anni riconosce, di prima prende gente del inciso.' solito. dell'anno e Ma non tempo poich questua, Galla', la in la maggior chi che parte fra O dei beni da cittadini incriminato. cercava ricchezza: casa? di e lo sottrarsi oggi abbiamo alle del stravaccato funzioni tenace, giudiziarie, privato. a sino concesse essere che d'ogni alzando ciascuna gli per decuria, di denaro, a cuore e turno, stessa impettita facesse pavone vacanza la Roma per Mi la un donna iosa anno la con e delle permise sfrenate colonne che, ressa chiusa: contrariamente graziare l'hai all'usanza, coppe sopportare si della guardare interrompessero cassaforte. i cavoli fabbro Bisognerebbe lavori vedo in la novembre che farsi e uguale in propri nomi? dicembre.

Nilo, soglie
È severamente vietato l'utilizzo anche parziale della presente traduzione ai sensi della Legge 633/41 sul diritto d'autore. Ogni violazione sarà perseguita ai sensi di legge. © www.latin.it

La Traduzione può essere visionata su Splash Latino - http://www.latin.it/autore/svetonio/de_vita_caesarum/!02!divus_augustus/032.lat


Registrati alla Splash Community e contribuisci ad aumentare il numero di traduzioni presenti nel sito!

Modalità mobile